Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Novembre - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Una Rta al Portesone, niente seconde case: "Risultato storico"

L'annuncio del sindaco di Lerici Leonardo Paoletti in consiglio comunale: "Agritur intenzionata a fare una residenza turistico alberghiera".

La svolta
Una Rta al Portesone, niente seconde case: "Risultato storico"

Golfo dei Poeti - Una Rta, acronimo che notoriamente sta per Residenza turistico alberghiera. Questo si farà del nucleo storico del Portesone, sito di pregio con antico insediamento – una decina di rustici in stato di abbandono – sulle alture di Tellaro, al centro di un dibattito ultradecennale. A dar notizia della destinazione che ha in mente la proprietà, cioè la società Agritur guidata dall'architetto Maurizio Abati, è stato ieri sera in consiglio comunale il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti. Una sorta di colpo di scena, visto che nel corso della conferenza dei servizi dello scorso ottobre (QUI), ultima tappa dell'annoso percorso, Agritur aveva parlato apertamente di residenzialità, prospettando una soluzione mista: metà residenzialità, metà ricettività. “L'opposizione ci ha accusato di voler favorire una speculazione, quando gli unici che a Lerici hanno fatto speculazione vanno cercati tra i banchi dell'opposizione stessa, tra le loro forze politiche di riferimento – ha affermato il primo cittadino -. Noi come amministrazione siamo i primi ad essere rimasti sorpresi dal cambio di rotta improvviso manifestato da Agritur in conferenza dei servizi quando ha parlato di residenzialità. Ma adesso, grazie all'ottimo lavoro che questa amministrazione ha condotto, il privato ha deciso di optare per la sola ricettività. In particolare Rta, che è un'opzione molto positiva, in quanto rispetto a B&B, agriturismi e simili comporta che il bene immobile abbia sola natura ricettiva, mentre le altre tipologie menzionate implicano la residenzialità. E a chi ci accusa di aver messo da parte la soluzione dell'albergo diffuso, ricordo che la legge regionale lo consente solo per ambiti con almeno cento abitanti, e non è il caso del Portesone. Infine, avranno destinazione residenziale i soli due immobili della zona che non fanno parte della proprietà Abati”.

Paoletti ha poi spiegato come la Agritur abbia fatto un passo indietro sul parcheggio in struttura (“Sarà a raso”) spiegando altresì che “il magazzino funzionale all'oliveto permane, ma sarà esattamente un magazzino, ad esempio avrà saracinesche. Niente più”. Per quanto concerne la monorotaia, ammesso che Agritur voglia ancora realizzarla (in conferenza dei servizi l'architetto Abati aveva espresso volontà di rinunciare viste le 'resistenze'), il sindaco ha detto che in merito a un utilizzo aperto al pubblico “ci sono complessi problemi gestionali”.

Sarà quindi su questi punti – in primis sulla destinazione interamente ricettiva – che sarà quindi possibile andare a siglare l'Accordo di programma a tre tra Comune, Parco e privato, intesa propedeutica alla concretizzazione del progetto di recupero e valorizzazione. Una firma alla quale naturalmente si arriverà solo dopo tutte le verifiche che la conferenza dei servizi, ora sospesa, sarà chiamata a fare. Ma il grande scoglio della residenzialità – con lo spettro 'seconde case' – pare messo da parte.

Scoglio sul quale 'picchiava' la mozione presentata giusto ieri in consiglio dall'opposizione al completo, che con il suo documento chiedeva al sindaco di impegnarsi perché il sito del Portesone fosse recuperato concedendo solo soluzioni ricettive. Mozione bocciata dalla maggioranza con un voto arrivato appunto dopo il colpo di scena della rivelazione sulla novità Rta sguainata dal primo cittadino di centrodestra, che ha parlato di “risultato storico”. Malumore per le opposizioni, che hanno criticato il sindaco Paoletti per la scarsa condivisione degli sviluppi sulla vicenda Portesone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Solitamente dove acquistate prodotti alimentari?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News