Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Luglio - ore 22.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Troppi dubbi sul 5G, giunta Paoletti ci ripensa e nega spazi per impianti

Revocata delibera del 2019 con contratto di comodato d'uso gratuito: "Impossibile ad oggi assicurare quali conseguenze derivino da esposizione a lungo termine per l'uomo".

lerici fa un passo indietro
Troppi dubbi sul 5G, giunta Paoletti ci ripensa e nega spazi per impianti

Golfo dei Poeti - Non essendo possibile al momento “attestare con certezza scientifica l'impatto elettromagnetico sulla salute dei cittadini”, la giunta di Lerici ha revocato la sua precedente delibera contenente una bozza di contratto di comodato d'uso gratuito per l'installazione di antenne in grado di supportare anche la tecnologia 5G per la telefonia mobile. Un passo indietro significativo quello dell'amministrazione Paoletti che nel gennaio 2019 aveva aperto al comodato d'uso gratuito “di porzione infrastrutture comunali da utilizzare come supporto per antenne per un impianto Das” proposto da una società per le zone del centro storico, spiagge, lungomare di Lerici e frazione di Tellaro. Anche alla luce del dibattito cresciuto negli ultimi mesi sulla nuova tecnologia, sindaco e assessori hanno deciso di revocare la delibera e quindi la bozza di contratto con la milanese Inwit.

“Le nuove tecnologie – osserva la giunta – prevedono l'installazione di un elevato numero di strutture, antenne ed apparati di trasmissione per telecomunicazioni destinate alla diffusione di servizi telecomunicazioni, telefonia e videotelefonia mobile. Per garantire la predetta radio copertura è necessario un approfondito studio effettuato da parte di personale altamente qualificato e specializzato con l'ausilio di tools hardware e software dedicati alla pianificazione ed all'analisi dell'impatto elettromagnetico”.

La giunta, “ritenuto che sebbene sia stato stimato come particolarmente rilevante dotarsi di un sistema di distribuzione del segnale radio degli operatori di telefonia mobile tramite micro antenne a bassa potenza in zone del terriotorio carenti di segnale” ha tenuto in considerazione l'impossibilità di accertare le eventuali conseguenze sulla salute.
Paoletti e i suoi assessori hanno quindi scelto di “rivalutare la complessa questione alla luce degli attuali di dibattiti in corso a livello nazionale e internazionale, che evidenziano come ad oggi ancora non sia possibile assicurare quali conseguenze derivino dall'esposizione umana a lungo termine al 5G, tanto che l'attuale panorama scientifico si esprime tutt'ora su posizioni molto dubbiose e contrastanti”. La giunta infine evidenzia come alla data del 26 giguno la società interessata non abbia comunicato alcuna intenzione in merito alla stipula del contratto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News