Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Febbraio - ore 10.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quei vecchi libri pericolosi per utenti e bibliotecari

Il Comune di Lerici si attiva per liberarsi di una serie di volumi ritenuti non più di interesse. E che per la loro collocazione si scontrano con le esigenze in materia di sicurezza.

La decisione
Biblioteca Andrea Doria, Lerici

Golfo dei Poeti - Una La Sacra Bibbia e un Milione del '60, Il nuovo atlante storico Zanichelli datato 1997, Grandi città del mondo del '76. Questo alcuni dei libri di cui la biblioteca comunale di Lerici si appresta a liberarsi per questioni di spazio, sicurezza e utilità. Qualche decina di volumi che, con apposita determina, il Comune di Lerici ha 'estromesso' dal patrimonio comunale ritenendoli “obsoleti, inadeguati e di scarso interesse, e quindi, non più rispondenti alle esigenze di consultazione da parte dell'utenza”. Morale: rimozione dei libri indicati e contestuale richiesta alla Soprintendenza per perfezionare la procedura di 'scarto' della documentazione. Come detto, alla base della scelta non c'è soltanto l'obsolescenza dei volumi, ma anche moventi inerenti la sicurezza. E già, perché, come si spiega nell'atto compilato dagli uffici, questi libri sono collocati in alcuni scatoloni nel magazzino della biblioteca, occupando anche parte della balaustra. “Tale collocazione risulta pericolosa per utenti e bibliotecari – si legge -, inoltre la struttura stessa non risponde ai criteri di sicurezza relativi alla normativa antincendio in base all'eccessiva quantità di materiale ivi stoccato”.

Non solo: la gestione degli spazi della biblioteca lericina si è fatta ancora più difficile in seguito all'arrivo di nuovi volumi grazie al finanziamento ottenuto a fine 2020 dal ministero dei Beni e delle Attività culturali, nell'ambito del 'Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali'. Un evento positivo, che ha consentito di rinnovare il patrimonio librario, ma che allo stesso tempo, come detto ha portato la biblioteca 'a tappo', come del resto rappresentato dal sindaco Leonardo Paoletti in una recente commissione consiliare, nel corso della quale il primo cittadino – sempre a proposito di libri e relativi spazi – ha segnalato la necessità di trovare adeguata collocazione ai volumi donati all'ente dalla famiglia Spagnol (circa 5mila testi) e alla possibile entrata di ulteriori 35mila pezzi di cui il giornalista e scrittore genovese Giuseppe Marcenaro vorrebbe fare omaggio a Piazza Bacigalupi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News