Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Novembre - ore 12.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Più di un lettore su due vuole una Palmaria al naturale | Foto

Il prossimo 20 ottobre assemblea pubblica a Porto Venere per rendicontare sui risultati della cabina di regia che si terrà domani in Regione: la scelta fra i cinque scenari. Intanto il sondaggio di Cds si chiude con oltre mille voti.

work in progress
Più di un lettore su due vuole una Palmaria al naturale

Golfo dei Poeti - Il presidente della Regione Giovanni Toti riprenderà in mano nella giornata di domani i risultati del lavoro di progettazione elaborato dallo studio LAND dell'architetto Andreas Kipar. Come detto si tratta di cinque diversi scenari di futuro per l'isola più amata dagli spezzini, ancora praticamente non contaminata dall'uomo. Tra il modello "naturale" dell'Asinara e quello "lusso e servizi" di Capri, in ballo il rinnovamento degli approdi e la valorizzazione dell'archeologia militare (leggi qui le cinque proposte) per un luogo amatissimo e per questo da proteggere. Si è chiuso intanto il sondaggio promosso da Città della Spezia che chiedeva il parere dei lettori in merito a ventaglio di prospettive elaborate dall'equipe capitanata da Kipar: le preferenze hanno superato il migliaio e l'opzione più votata, con quasi il 57%, è quella di garantire a tutti un "paradiso naturale", cercando di non discostarsi troppo dalla situazione odierna. Il 19% dei votanti invece pensa ad un'isola divisa a metà in equilibrio fra ricettività e natura (lo scenario 3), mentre un altro 13% apprezzerebbe che che in quegli aspri 1,89 kmq, si contempli la valorizzazione della già presente archeologia militare e l'escursionismo (scenario 5). Più staccate le altre ipotesi d'intervento: un lettore su dieci apprezzerebbe lo scenario 2, quello obiettivamente più massivo, che prevede la costruzione di hotel di lusso, ristoranti e perfino una cabinovia mentre l'ipotesi di un'isola votata "alla ricerca" piace soltanto ad una piccola minoranza: l'1,38% dei lettori di Cds preferisce lo scenario 4 che prevede un centro studi sul turismo al forte Cavour.

Tornando all'attualità, dicevamo, il governatore ligure si incontrerà domani con gli altri attori della cosiddetta "cabina di regia" per il futuro dell'isola: all'incontro ci saranno Elisabetta Piccioni per il Ministero dei Beni Culturali, l'assessore regionale Marco Scajola, i vertici spezzini della Marina Militare, il sindaco di Porto Venere Matteo Cozzani. Il tavolo tecnico chiude di fatto la seconda fase del processo partecipato: gli scenari saranno presentati, discussi e verbalizzati poi i risultati saranno trasferiti a Porto Venere e presentati nell'assemblea pubblica del prossimo 20 ottobre. L'obiettivo ultimo è quello di acquisire le conoscenze sul percorso partecipativo e dare eventuali nuove indicazioni sugli scenari presentati. Soltanto in seguito a questa riunione, finalmente, arriverà il momento dell'agognato masterplan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News