Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio - ore 17.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Palmaria, non una funivia ma un trenino a cremagliera

Il modello usato alle Cinque Terre per lo spostamento delle uve ispirirà uno dettagli fondamentali della soluzione finale, mediata fra i cinque masterplan proposti a suo tempo dall'architetto Kipar. Mercoledì a Genova se ne saprà di più.

solo successivamente l'incontro coi portoveneresi

Golfo dei Poeti - Lo scorso anno, di questi tempi, era l'unico sito spezzino inserito nei beni di Italia Nostra da salvare, ora per l'isola Palmaria e il suo futuro si avvicina un nuovo fondamentale step. E' stato infatti approvati il masterplan definitivo per la riqualificazione dell'isola, fortemente voluta da Regione Liguria, Comune di Porto Venere, oltre alla collaborazione con il Ministero dei Beni culturali e l'ovvia presenza della Marina Militare. Erano cinque le bozze progettuali (riguardale qui) proposte a suo tempo da Andreas Kipar, l'architetto che, insieme ai professionisti dello studio Land, ha ricevuto ormai un paio di anni fa l'incarico per redarre l'importante progetto. Un lavoro per il quale è stato predisposto un percorso partecipativo in varie fasi che verrà ripreso però soltanto dopo l'incontro che avverrà mercoledì a Genova, momento nel quale il documento, elaborato dal tavolo tecnico, verrà presentato ufficialmente. Nei giorni successivi verrà organizzato a Porto Venere un incontro pubblico aperto alla cittadinanza e agli stakeholders che hanno partecipato al percorso di ascolto. “Il masterplan della Palmaria – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – rappresenta il modello del tipo di sviluppo turistico che abbiamo in mente per questa regione, che stiamo applicando da Sarzana a Ventimiglia per dare corpo alla riconversione economica e industriale della Liguria, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Per la Palmaria servono riqualificazione dell’esistente senza un centimetro cubo di cemento in più, valorizzazione di un ambiente straordinario, con panorami unici, e servizi capaci di dare una svolta all’attrattiva di questi luoghi, troppo a lungo lasciati all’abbandono, senza una visione di sviluppo”.

Fin qui, ciò che più o meno era già noto. Il masterplan definitivo sarà una sorta di crasi, ma più leggera (denominato ‘scenario 5 bis’), fra le proposte progettuali 2, 3, 4 ma senza la discussa funivia per raggiungere la sommità dell'isola dal Pozzale: si pensa piuttosto a trenini a cremagliera, simili a quelli usati alle Cinque Terre, con doppio utilizzo: turistico e per l'agricoltura, il cui recupero è uno dei diversi obiettivi che si leggono, fra le righe, nelle tavole proposte a suo tempo. La nomina di Cozzani a commissario per la valorizzazione della Palmaria sarà un nuovo passaggio che dovrà comunque garantirsi l'ok del consiglio comunale. Quel che trapela è che le fortificazioni non saranno alienabili e che coesiteranno la vocazione museale, alla Fortezza Umberto Primo, con quella recettiva, al Forte Palmaria e Cea dove già lavorava da tempo l'ostello. buzioni). Sarà importante riuscire, nella pratica, a preservare le attuali vocazioni dell’isola, in primis quella di oasi naturale, con un potenziamento discrtto delle strutture d'accoglienza: ma nulla di nuovo, se non la valorizzazione dell'esistente. Quel che rimane invece in discussione, ed è una parte fondamentale del tutto, è la questione compensativa nei confronti della Marina Militare, per la qual cosa non si sono ancora messi i paletti economici. Aspetto certamente non da sottovalutare per non trovarsi di fronte, un bel giorno, con spese più alte di quel che si immaginava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scenario 4 Mastperlan 2019
Scenario 3 Masterplan 2018


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News