Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Novembre - ore 19.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Palmaria, la Pro loco è nata. Ora deve conquistare la fiducia degli isolani

In mattinata l'assemblea costitutiva degli organismi. Nel direttivo figurano quattro residenti su sette componenti. Lunga discussione con i palmarini sull'utilità dell'iniziativa.

"Scongiurare che diventi Capri"

Golfo dei Poeti - Nonostante lo scetticismo di un nutrito gruppo dei residenti, la Pro loco dell'isola Palmaria è diventata oggi realtà.
I proponenti, in primis il graziotto Paolo Negro, hanno cercato di convincere i palmarini della bontà delle loro intenzioni, ma hanno dovuto faticare per ottenere che qualche rappresentante degli isolani entrasse a far parte del direttivo, organo nel quale, come detto sin dall'inizio, i residenti avrebbero dovuto essere in maggioranza.

All'ombra dell'albero che si erge all'inizio della salita che dal Terrizzo porta alla Punta dell'isola la discussione è stata accesa.
Da una parte una mezza dozzina di residenti, preoccupati dell'interesse improvvisamente sorto negli animi di tanti "foresti" per quello che oggi viene definito un patrimonio, un bene comune, ma che per loro è prima di tutto casa. Qualche timore lo hanno manifestato anche i villeggianti di lungo corso: "La Palmaria ha 33 residenti, arriviamo a 60 coi proprietari di casa. Dentro la Pro loco rischiamo di diventare presto minoranza". Un timore rintuzzato con la rassicurazione sulla composizione del direttivo e dei colleggi dei probi viri e dei revisori dei conti.

Forti dubbi anche sulla limpidità del coinvolgimento di volontari provenienti dall'esterno.
"Chi glielo fa fare? Per quanto durerà? E chi sosterrà le spese, anche minime, della pulizia e del trasporto?", hanno chiesto i palmarini, chi con poca fiducia, chi con fare provocatorio, sfornando interrogativi e problemi a raffica.
"Fate le vostre battaglie, noi facciamo le nostre". Una frase che ha spento gli entusiasmi e ha fatto calare il silenzio per qualche lunghissimo secondo, prima che prendessero la parola alcuni portoveneresi, ai quali gli isolani hanno prestato orecchio: "Mettete alla prova questi ragazzi, che male possono fare? Prima di dire che sbaglieranno, che faranno cose con un secondo fine, date loro una possibilità. Siete sempre in tempo a cambiare idea".

Conclusa la discussione, che ha toccato più volte il tema dei trasporti via mare e la necessità condivisa da tutti di trovare una soluzione per abbassare i prezzi, migliorare il servizio e ottenere qualche risorsa dalla bigliettazione o dalle concessioni da investire per la pulizia del territorio (che viene invaso quotidianamente per quattro mesi all'anno, senza che ci sia una ricaduta concreta se non quella dell'accumulo di rifiuti) e nel corso della quale tutti hanno manifestato l'intenzione di monitorare i prossimi step dell'acquisizione dell'isola da parte del Comune ("per scongiurare la creazione di una Capri ligure, come ha detto Toti"), l'assemblea è passata alla formalizzazione della Pro loco.

Il consiglio direttivo è composto dai quattro isolani Sara Mancini, Igor Barbieri, Maurizio Barbieri e Mauro Toselli e da Stefania Calabrese, Simone Ballestracci e Lorenzo Signorini.

Il programma operativo
La Pro Loco Palmaria nasce dalla volontà di un gruppo di ragazzi con lo scopo di far conoscere l'isola nella sua interezza attraverso progetti e attività di tutela e conservazione del territorio volti anche a avviare una fruizione sostenibile dell'area.
L’isola è inserita nel Parco Naturale Regionale di Porto Venere, nel Sito Unesco Porto Venere, Palmaria, Tino e Tinetto ed è quindi sottoposta a tutela che ne deve conservare le caratteristiche e le peculiarità. La consapevolezza della natura del luogo in cui opera sarà guida e fondamento di ogni azione della Pro Loco Palmaria.
I settori nei quali l'Associazione opererà sono quelli ambientali, turistici e culturali che dovranno interagire sinergicamente per favorire la conoscenza del patrimonio storico e naturale e creare, promuovendo un turismo consapevole, maggiori risorse per la cura e la conservazione del territorio in tutte le sue valenze.

Interventi proposti
Per raggiungere le finalità indicate nelle premesse, la Pro Loco Palmaria fornirà i seguenti servizi:
- Punto informativo al Terrizzo. L'obiettivo è fornire al visitatore informazioni su orari battelli, strutture ricettive, percorribilità dei sentieri, flora e fauna presenti sull'isola, informazioni storiche e paesaggistiche.
- Riqualificazione ambientale. L'obiettivo è la cura dell'isola attraverso interventi per il miglioramento della copertura vegetale e la prevenzione del degrado.
- Creazione e manutenzione del sito web palmaria.it. L'obiettivo è promuovere la diffusione e la divulgazione della conoscenza dell’ecologia e della biologia degli ambienti e degli organismi presenti nonché delle peculiarità storico-ambientali dell’isola.
- Laboratori didattici per ragazzi. L'obiettivo è favorire il contatto tra giovani a natura. attraverso semplici giochi ed esperienze sensoriali.
- Itinerari naturalistici e geologici. L'obiettivo è la crescita e la soddisfazione intellettuale, estetica ed emozionale dell'individuo rispetto all'ambiente.
- Esposizioni artistiche nel bosco. L'obiettivo è mettere in relazione arte e natura, in modo da creare nel visitatore un senso di commozione e meraviglia.

Il ruolo degli abitanti e la loro importanza negli interventi
L'effettiva partecipazione nelle fasi progettuali ed esecutive da parte degli abitanti dell'isola è indispensabile affinché gli interventi proposti vengano realizzati. L'intenzione è quella di favorire la permanenza sull'isola attraverso:
- la possibilità di occupazione nei lavori sul territorio e nella gestione dei servizi;
- un disturbo meno selvaggio da parte dei turisti;
- un miglioramento nel soddisfacimento di bisogni culturali e nei rapporti con i non residenti.

La quota associativa è stata fissata in 10 euro annui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News