Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 13.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Nuovi alloggi, vincolo 20ennale, bando affitti e altolà seconde case

Lerici prova a far qualcosa per difendere e stimolare la residenzialità.

Nuovi alloggi, vincolo 20ennale, bando affitti e altolà seconde case

Golfo dei Poeti - Ieri sera il consiglio comunale di Lerici, con voto favorevole della maggioranza e pollice verso dell'opposizione, ha approvato un atto di indirizzo volto a promuovere la residenzialità presentato dal consigliere Marco Muro. Il capo scout, prima di leggere il documento, ha illustrato l'impietosa e arcinota situazione demografica lericina, uno scenario di spopolamento che nel 2016 ha fatto registrate il record negativo sul fronte nascite: appena 41 fiocchi rosa e azzurri sui portoni del territorio comunale. Il testo approvato dall'assemblea andrà a informare la futura attività urbanistica di Palazzo civico con una serie di vincoli, il più lampante dei quali, di fatto, suona così: stop seconde case, a Lerici bisogna viverci. Si tratta, in particolare, di un vincolo di residenzialità ventennale per nuove costruzioni e conversioni a fini residenziali di patrimonio esistente, pensato per limitare operazioni speculative, sia tramite edificazioni ex novo, sia andando a ristrutturare - e magari frazionare forsennatamente - immobili già presenti.

L'assessore al bilancio Aldo Sammartano, lodato l'atto di indirizzo ("Vincoli legittimi, magari fossero stati adottati prima!"), ha colto l'occasione per far luce su alcune su alcuni intendimenti dell'amministrazione in materia di residenzialità. Innanzitutto c'è il caso dell'ex Istituto alberghiero, di cui Lerici è proprietario per un sesto. Il resto se lo dividono altre amministrazioni pubbliche (tra le quali Comune e Provincia della Spezia). "Abbiamo chiesto e ottenuto dai vari soci - ha spiegato l'ingegnere - che per l'ex alberghiero si applichi un vincolo di residenzialità ventennale. Da sottolineare la sensibilità dell'ex sindaco Federici e dell'ex assessore Ruggia. Spero che in questo modo venti-ventidue famiglie possano presto trovare alloggio presso l'ex edificio scolastico lericino". In altre parole, se si farà avanti un compratore per lo stabile - da anni non si riesce a venderlo, intanto il valore cala: le ultime stime lo davano sui tre milioni e mezzo -, i nuclei abitativi potranno essere venduti solo a chi è (o deciderà di diventare) residente a Lerici. "Vogliamo cogliere opportunità di questo tipo anche da eventuale disponibilità di altri beni pubblici. Penso per esempio al nido: se troviamo una collocazione diversa, l'attuale nido potrebbe ospitare cinque o sei alloggi. Parliamo di numeri limitati, lo comprendo, ma è importante dare segnali", ha affermato l'assessore Sammartano.

Le idee per la residenzialità non finiscono qui. "Destineremo 80mila euro per costituire entro fine anno un bando per incentivi agli affitti, uno strumento rivolto a famiglie che vogliono venire a vivere a Lerici - ha detto Sammartano -. Lo esamineremo a fondo in commissione. Adesso le famiglie non guardano al nostro territorio, considerato troppo costoso sia per gli affitti sia per l'acquisto. Ma magari un contributo di cinque anni al canone di locazione può far da incentivo e far optare per Lerici che, con tutto rispetto, offre una qualità della vita superiore a territori limitrofi come Arcola e Spezia". E ancora, c'è un tavolo aperto con il Sunia e i proprietari per incentivare questi a mettere gli immobili sul mercato degli affitti. "A settembre il tavolo produrrà i primi effetti, che potrebbero riflettersi già sul bilancio del prossimo anno, il tutto immaginando di intervenire sulla fiscalità locale, per innescare un traino", ha concluso l'ingegnere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure