Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Napoleonica nel caos, Casati: "Serve protocollo per aprire l'arsenale"

Il giorno dopo il tragico incidente in cui ha perso la vita un giovane di 24 anni si riaccendono le polemiche sulla sicurezza e sulla fruibilità della strada provinciale.

Trasporto via mare: un'utopia?
Napoleonica nel caos, Casati: "Serve protocollo per aprire l'arsenale"

Golfo dei Poeti - Troppe auto, troppi mezzi pubblici e pullman privati. La Napoleonica è una strada troppo trafficata, un budello di curve che attraversano centri abitati senza marciapiede e che in caso di blocco della circolazione taglia fuori gli abitanti di un intero comune, di tutto il promontorio di Porto Venere.
L'ultimo tragico episodio è quello accaduto ieri con la morte di Fabricio Roberto Murillo Gutierrez, il giovane cuoco di 24 che ha perso la vita in una delle curve in località Acquasanta. A poche decine di metri dai punti in cui altri giovani centauri hanno lasciato la vita. In un tratto in cui la strada è più larga e scorrevole di altri, ben più angusti e tortuosi.
Di incidenti, insomma, se ne verificano spesso, di diversa entità e non sono rari i casi in cui si formano lunghe code. Un problema che ieri si è sviluppato per chilometri e chilometri.

"Siamo nel 2018 - afferma un giovane che ieri si trovava a bordo di un autobus Atc - e non è possibile che si tengano bloccate migliaia di persone all'interno delle proprie auto e dei mezzi pubblici a causa di uno stop alla circolazione lungo una ventina di metri. Mi domando come non sia previsto per lo meno un sistema di informazione, con pannelli o con un servizio di messaggistica, visto che ormai gli enti hanno i numeri di telefono di tutti i cittadini. Ieri, preso dalla disperazione, sono sceso dall'autobus e sono andato da Fezzano alla Spezia a piedi e credo di aver fatto prima della corriera, anche se a un certo punto ho saputo che è stato aperto l'arsenale".

L'apertura di Porta Marola alle auto è stata decisa dopo il decesso del ragazzo in ospedale e dopo l'arrivo del comandante della Polizia municipale sul luogo dell'incidente. Il traffico in quel momento era fermo da ben più di mezz'ora. Sarebbe auspicabile un sistema di emergenza più reattivo.
"Possiamo lavorare in accordo con la Marina militare per cercare di dare una risposta più pronta - afferma l'assessore alla Mobilità del Comune della Spezia, Kristopher Casati - magari attivando un protocollo specifico. Il problema è che è necessario monitorare il transito delle auto all'interno della base navale, vedremo quello che si può fare".
Il problema principale, però, resta quello dei volumi di traffico eccessivi.
"Quando abbiamo steso il nuovo Piano della mobilità abbiamo considerato di sviluppare maggiormente i trasporti via mare in direzione della costa di Ponente, proprio per alleggerire la Napoleonica dalla pressione veicolare", spiega Casati, paventando una soluzione che da più parti viene ritenuta valida, ma che si è sempre dimostrata di difficile realizzazione.

A tutto questo ieri si è aggiunta la presenza del semaforo del cantiere aperto da mesi in corrispondenza dell'abitato di Marola, un rallentamento che ha reso ancora più pesanti i disagi per gli automobilisti, che si trovavano a superare un ingorgo per andare incontro a un'altra coda. Da tempo l'intervento è nel mirino degli abitanti, che lo hanno visto fermo per settimane e settimane, e oggi lo è ancora di più, con la richiesta di interrompere i lavori sino alla fine dell'estate, avanzata nei confronti della Provincia attraverso l'assessore ai Lavori pubblici del Comune, Luca Piaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News