Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 26 Maggio - ore 20.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lerici: frattura nella Pubblica assistenza, si dimette il CdA

Il presidente Battistelli: "Ora la controparte faccia le sue proposte". Paoletti: "Serve responsabilità, evitiamo commissariamento".

Verso nuove elezioni
Lerici: frattura nella Pubblica assistenza, si dimette il CdA

Golfo dei Poeti - L'assemblea dei soci della Pubblica assistenza di Lerici, tenutasi ieri in sala consiliare, ha visto respinto il progetto programmatico organizzativo presentato dall’esecutivo. "Un progetto - spiega il presidente Cesare Battistelli - teso a salvaguardare il futuro della onlus (affrontato recentemente in commissione). Il piano rigettato era orientato al superamento di una serie di problematiche legate al rischio della perdita dei servizi dei trasporti sanitari, con il conseguente indebolimento economico, per non far venir meno l’erogazione dei servizi emergenziali alla popolazione, attraverso la sopravvivenza dell’Associazione, e per salvaguardare i posti di lavoro".

In virtù della bocciatura del documento programmatico che si intendeva realizzare, il consiglio direttivo ha espresso l’intenzione di presentare le proprie dimissioni, dichiarandosi disponibile a svolgere l’ordinaria amministrazione, in attesa che venga presentato dalla controparte un progetto alternativo dal quale emergano proposte per superare le idee non condivise e poter così avviare l’iter per indire nuove elezioni. "Il consiglio direttivo, per il bene dell’Associazione, spera che quanti si ritengono portatori d’idee e progettualità diverse le presentino, entro 30 giorni dalla data odierna, in modo da consentire all’attuale C.d.A. di formalizzare le irrevocabili dimissioni", conclude Battistelli.

In merito è intervenuto anche il sindaco Leonardo Paoletti: "Quanto accaduto richiede una forte assunzione di responsabilità, in primo luogo da parte di quei soci che hanno nella sostanza sfiduciato l’attuale dirigenza. Tale assunzione di responsabilità deve consistere nella presentazione di un programma alternativo a quello presentato dal presidente Cesare Battistelli, il quale dovrà responsabilmente valutare se tale piano possa essere da lui realizzato. In caso negativo, coloro che hanno sfiduciato dovranno chiedere nuove elezioni interne e presentare una lista alternativa. Fino al compimento di tali passaggi chiedo a Battistelli di non presentare le dimissioni che ha annunciato in assemblea, al fine di evitare il commissariamento della Pubblica Assistenza, il pericolo che questa affronti una crisi irreversibile in un momento di grandi cambiamenti normativi che impongono decisioni importanti".

Nel 2018 - a proposito di bilancio - la Pa dalla prestazione di trasporto sanitario in ambulanza ha avuto ricavi per oltre 200mila euro, che sommate a tesseramento, offerte e altri contributi portano le entrate generali a 468mila euro (352mila nel 2017, 405mila nel 216, 317mila nel 2015). Certo, ci sono anche le uscite, dovute a vari costi e oneri di gestione necessari allo svolgimento dell'attività: tuttavia anche il 2018 ha dato un risultato operativo positivo (più 75mila euro), superiore a quello di 2015 e 2017 (7mila e 5mila euro), inferiore a quello del 2016 (122mila), quest'ultimo corroborato da un lascito testamentario di oltre 30mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News