Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Novembre - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lerici, Mougins, Europa. Il sindaco Galy: "Settant'anni di pace, conserviamola" | Foto

Al castello la cerimonia per il decennale del gemellaggio. Sport, cultura, scuola e sociale al centro del progetto.

2008-2018
Lerici, Mougins, Europa. Il sindaco Galy: "Settant'anni di pace, conserviamola"

Golfo dei Poeti - La Marsigliese, l'Inno di Mameli, infine l'Inno alla gioia hanno risuonato stamani al castello di Lerici. L'occasione, la cerimonia per il decennale – e il rilancio - del gemellaggio tra il Comune spezzino e quello francese di Mougins, a un passo da Cannes. Protagonisti il sindaco republicain Richard Galy, sempre in sella in questi ultimi dieci anni, e i primi cittadini lericini che hanno vissuto il gemellaggio: l'apripista Emanuele Fresco, il suo successo Marco Caluri e l'attuale inquilino di Palazzo civico Leonardo Paoletti, che ha aperto la mattinata parlando della “lungimiranza di chi ha avviato questo progetto di amicizia tra Lerici e la bellissima Mougins. Ringrazio chi ha reso e rende possibile questo rapporto, dal sindaco Galy, ai miei predecessori, senza dimenticare l'importante lavoro del Comitato per i gemellaggi”. Il primo cittadino ha poi ceduto la parola alla sua vice Lisa Saisi, intervenuta in luogo dell'assessore al Turismo Luisa Nardone, a Genova per impegni istituzionali. “Mougins e Lerici sono posti di una bellezza infinita – ha detto Saisi -. Hanno mantenuto le loro caratteristiche originarie e sono luoghi di ispirazione: Mougins storicamente per la pittura, Lerici per la poesia. Paesi in cui la persona è al centro e viene aiutata a entrare in contatto con la bellezza, che è un ristoro per il cuore”.

“Dieci anni sono passati velocemente, ora devo portare gli occhiali – ha detto le maire Galy -. Grazie ai sindaci Fresco, Caluri e Paoletti per aver creduto in questo progetto che lega Lerici – un luogo benedetto da Dio - e Mougins, località che hanno tratti simili e storia comune, una storia mediterranea. L'Europa vive in pace da più di settant'anni. Spesso – soprattutto le nuove generazioni – non si conoscono gli orrori e le sofferenze delle guerre. Iniziative come questo gemellaggio sono quindi fondamentali per mantenere la pace e per far sì che i legami europei siano reali”.

E di Vecchio continente, dopo aver ripercorso gli scambi culturali, sportivi e sociali di questi anni tra Lerici e Mougins, ha parlato anche l'ex primo cittadino Fresco. “L'idea di Europa – ha affermato – ha bisogno di essere recuperata. Da tutti e in particolar modo dai giovani. Un'idea di pace, solidarietà, inclusione, scambio e rispetto che va rilanciata, soprattutto ora che l'Europa, non possiamo sottovalutarlo, traballa”. Per l'ex sindaco Caluri “Lerici e Mougins sono posti speciali, in grado di trasmettere vere emozioni. Il gemellaggio è stato una scelta vincente e ben coltivata anche grazie alla relativa vicinanza. Da sottolineare anche come questo rapporto abbia consentito di emergere agli artisti del nostro territorio”.

Intervenuti Cristina Libardo per il Comitato gemellaggi lericino e Silvia Fiola e Michel Ughetto, suoi omologhi di parte francese, si è giunti al clou della cerimonia, che ha visto Lerici e Mougins “ribadire la volontà di un rapporto permanente di collaborazione” in diversi ambiti: promozione culturale, artistica e soprattutto gastronomica; incontri sportivi (ora in agenda ci sono basket, golf e calcio); politiche turistiche; protezione dell'ambiente e sviluppo duraturo; sviluppo economico e sociale; politiche per la gioventù. Una relazione da sviluppare “favorendo incontri, scambi d'esperienze e informazioni fra le popolazioni delle due città” e dando “ai giovani cittadini la possibilità di confrontarsi e allargare i loro orizzonti allo scopo di favorire l'Europa dei cittadini”. Questo con l'obbiettivo di costruire “un'Europa spazio di pace e fraternità”, come già recitava la Carta d'amicizia sottoscritta da Lerici e Mougins nel 2007, passo propedeutico al gemellaggio sancito nell'ottobre 2008. Gran finale con i tre inni e una reciproca donazione: ai francesi è stata consegnata una cartolina artistica realizzata da Mario Tamberi, mentre i lericini sono stati omaggiati con un'opera di Martins Lovers, artista di Mougins, che raffigura, stilizzate e vicine più che mai, le due località gemellate. Con immancabile e amoroso incontro tra una Vespa lericina, stile Vacanze romane, e una francesissima Due cavalli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia










Solitamente dove acquistate prodotti alimentari?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News