Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 01 Marzo - ore 08.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lerici, 100mila euro di buoni spesa grazie alla donazione dell'imprenditore russo

Il mezzo milione donato da Leonid Boguslavsky è stata un'iniezione d'ossigeno. Il sindaco Paoletti: "Ora pianificheremo ulteriori interventi".

Comune di Lerici

Golfo dei Poeti - Il Comune di Lerici emette una nuova tornata di buoni spesa destinati a persone e nuclei familiari, residenti nel Comune, in condizione di necessità a causa dell’attuale emergenza epidemiologica da Covid-19. Una misura straordinaria per cui è stato stanziato un importo pari a 100.000 euro, ricavato dalla donazione ricevuta nei giorni scorsi dall’imprenditore Leonid Boguslavsky, che ha elargito la somma di 500.000 euro a sostegno della comunità lericina in questo momento di difficoltà.

“La gestione di questa emergenza epocale passa soprattutto attraverso la vicinanza ai cittadini, che sono stati travolti dalle necessarie misure adottate – commenta il sindaco Leonardo Paoletti -. Ringraziamo ancora la generosità di Leonid Boguslavsky, grazie al quale abbiamo potuto emettere questo nuovo, fondamentale contributo alle famiglie lericine. L’Amministrazione sta lavorando per pianificare ulteriori interventi, che si concretizzeranno nelle prossime settimane, rivolti ai cittadini, al commercio e al settore del turismo, linfa vitale per la nostra comunità”.

Il contributo, che consiste in un buono spesa destinato all’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità, sarà rivolto ai soggetti che dichiarino:
di essere esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 in quanto hanno perso il lavoro, hanno sospeso o chiuso l’attività e non hanno liquidità per il proprio sostentamento, di svolgere un lavoro intermittente oppure di non riuscire, in questa fase dell’emergenza Covid-19, a trovare lavoro e/o acquistare generi alimentari o prodotti di prima necessità;
di aver percepito, nel mese di aprile 2020, unitamente a tutti i componenti del proprio nucleo familiare, redditi per un importo tale da non consentire l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità, precisando che per redditi percepiti si intendono quelli derivanti da lavoro, pensioni (comprese quelle di invalidità), le entrate derivanti da cespiti quali affitti, rendite, ecc. , assegni di mantenimento, indennità di accompagnamento, indennità di disoccupazione;
di essere in possesso, come nucleo familiare, di un patrimonio mobiliare (conti correnti bancari e/o postali, titoli di stato, azioni, obbligazioni, titoli assicurativi, ecc.) la cui disponibilità complessiva alla data del 29/03/2020 non sia superiore al limite di euro 6.000,00;
di non percepire, nel proprio nucleo familiare, alcun sostegno pubblico di provenienza statale, regionale e/o comunale oppure, alternativamente, di beneficiare di interventi come ad esempio reddito di cittadinanza, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, ecc., altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale (ad esclusione dell’eventuale valore dei buoni spesa comunali percepiti nel mese di aprile).

I criteri di priorità saranno determinati in base al minore reddito pro-capite (reddito del mese di aprile / n. componenti nucleo); nucleo con unità abitativa in locazione; presenza nel nucleo familiare di minori e/o disabili (L.104/92); condizione di indigenza o di necessità individuata dai servizi sociali.
Il buono spesa, per ciascun nucleo familiare, sarà erogato una tantum e l’importo, che non potrà superare la somma di 500 euro, sarà così determinato: 200 euro nucleo con 1 componente; 300 euro nucleo con 2 componenti; 400 nucleo con 3 componenti; 500 euro nucleo con oltre 3 componenti.
In presenza di minore o disabile saranno aggiunti 50 euro a componente, fatto salvo l’importo complessivo a nucleo familiare che non può essere superiore a 500 euro.
Il contributo potrà essere utilizzato per l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità nei negozi di alimentari, supermercati, latterie e panifici, mercati specializzati, rifornitori di carni surgelate, discount alimentari e farmacie.
La domanda per accedere è scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Lerici: www.comune.lerici.sp.it .
Il modulo potrà essere presentato, da lunedì 4 a sabato 9 maggio, via e-mail all’indirizzo buonospesa@comune.lerici.sp.it oppure potrà essere consegnato ai due sportelli predisposti a piano terra di Palazzo Civico, ingresso principale Piazza Bacigalupi e ingresso sul retro, lato parcheggio mezzi Polizia Municipale, dalle ore 9 alle ore 12.
Le eventuali domande pervenute successivamente a tale data saranno prese in considerazione solo nel caso risultassero ancora disponibili risorse economiche da distribuire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News