Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Settembre - ore 21.47

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il Sentiero delle parole è realtà: "E ora uniamo i comitati che difendono il territorio"

Un'immersione culturale camminando da Falconara a Bocca di Magra. Ieri la presentazione a Lerici. E l'appello del commissario Tedeschi, giunto alla fine del suo mandato al Parco del Magra.

App Loquis

Golfo dei Poeti - Sarà completo entro novembre il Sentiero delle parole, progetto di 'narrazione territoriale' che si snoderà per 18 chilometri da San Terenzo a Bocca di Magra, andando idealmente a “unire territori divisi amministrativamente, ma storicamente uniti, seguendo ti sentieri dei Liguri, tracciati che nascono 8mila anni fa”, come sottolineato ieri dall'ideatore, architetto Roberto Nistri, alla presentazione lericina dell'itinerario 'immateriale' voluto dal Parco di Montemarcello, Magra e Vara di concerti con i Comuni di Lerici e Ameglia. Alle 18 un gruppo di 'camminatori ascoltatori' ha sperimentato parte del Sentiero, veicolato dalla App Loquis, percorrendo il tratto che dalla Rotonda Vassallo arriva alla piazzetta sotto il castello di San Giorgio, già attivo al pari della passeggiata di San Terenzo. Nel corso del mese di agosto l'itinerario virtuale sarà cucito sul tratto che da Falconara arriva a Pugliola e Solaro, poi si arriverà fino a Tellaro per poi allungare in territorio amegliese alle porte dell'autunno, approdando a Montemarcello e giù fino a Bocca di Magra, con un evento dedicato alla parte amegliese in programma il 12 settembre. Un percorso lungo preesistenti sentieri (Cai, Sentiero Italia) oggetto di interventi di riqualificazione, alcuni eseguiti nelle scorse settimane, altri in corso: 400mila euro messi dal Parco, 270mila dal Comune di Lerici, in ambo i casi fondi individuati sul Psr.

Il Sentiero delle parole, grazie all’uso non invasivo della tecnologia digitale, dialoga con lo spazio e lo completa, in una ideale 'quarta dimensione' che accompagna il visitatore alla scoperta dell’identità culturale dei luoghi, segnata da personalità come Mary e Percy Shelley, Pasolini, Ottieri, Paolo Bertolanii, Roberto Pazzi, e ancora Montale, Duras, Marinetti, Mauri, Bompiani, Eco, Fortini, Sereni, Soldati, Bocca, Montanelli. I fruitori potranno farsi guidare da una serie di brani che si attivano in automatico, lungo il percorso, grazie a dei geo-tag: basterà scaricare l’app, attivarla, indossare cuffiette o auricolari per iniziare la propria escursione sonora. Accompagnati lungo il tragitto - la cui direzione aristica è stata affidata all'attore Roberto Alinghieri - ora da una voce narrante, ora da un brano musicale o da un rumore, sarà come assistere ad uno spettacolo teatrale nel quale non sono gli attori a muoversi sul palco, ma è lo spettatore-camminatore a muoversi nello spazio tra le voci degli attori.

Ai piedi del maniero medievale sono intervenuti il commissario del Parco del Magra, Pietro Tedeschi, il direttore dell'ente, Antonio Perfetti, il sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti, l'architetto Nastri, Francesco Rotolo (Storyfy), Emanuela Biso (Italia Nostra), infine Ginevra Bompiani, figlia di Valentino, che ha reso vivo il ricordo di una Lerici degli anni Cinquanta e Sessanta, schiva eppure mondana, crocevia di artisti e letterati, e ha ben delineato il valore simbolico di Villa Bompiani, epicentro di una vivace vita culturale della Lerici che fu. Tedeschi, che ha colto l'occasione per un saluto politico di fine mandato, ha voluto ringraziare chi ha reso possibile la realizzazione del Sentiero delle parole, progetto del valore di circa 30mila euro sostenuto quasi del tutto da fondi privati, si aziende che cittadini: “Grazie a Spigas clienti, Crastan Café e Desi tipografica. E grazie al mio amico Toni Muzi Falconi che ha avviato una sottoscrizione che ha visto l'adesione di molti cittadini e ha promosso la nascita del 'Comitato tra fiume e mare', che spero possa raggruppare i comitati del territorio, con un duplice scopo: sostenere l'avvio del Sentiero delle parole attraverso l'organizzazione di iniziative culturali e unire la mobilitazione per la salvaguardia del nostro territorio. È necessario essere sentinelle dell'ambiente e del Parco, perché gli attacchi continueranno”. E sulla riqualificazione del tracciato usato per il Sentiero, Tedeschi affida a Cds una punturina alla Regione: "Si attacca sempre la burocrazia nazionale. Noi tre mesi fa abbiamo chiesto alla Regione la possibilità di usare 34mila euro, frutto del ribasso d'asta per gli interventi sui sentieri, per apportare ulteriori migliorie e per dare modo alla ditta di affrontare i maggiori costi dovuti alla pandemia. Tre mesi fa, ancora nessuna risposta. C'è anche un problema di burocrazia regionale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ginevra Bompiani Archivio CdS


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News