Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Agosto - ore 22.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Gli animalisti raccolgono 2mila euro per le caprette

Recupero sospeso per gli ovini della Palmaria, l'Enpa cerca fondi: donano in 96. "Operazione costosa", dice l'ente.

Gli animalisti raccolgono 2mila euro per le caprette

Golfo dei Poeti - "Portiamo in salvo le 100 caprette dell’isola di Palmaria" è il nome della campagna di Enpa. A poco più di due settimane dalla chiusura della raccolta fondi, per adesso ha raccolto 1.943 euro da novantasei distinti donatori che si sono presi a cuore la situazione degli ovini isolani. Come noto, è partita una "grande operazione di salvataggio" degli animali, destinati a lasciare l'isola di cui hanno alterato l'ecosistema. Un'operazione che, come ricorda la stessa Enap, "ha dei costi elevati: ci sono i costi della cattura, del trasporto, del mantenimento, i costi importanti relativi alle cure veterinarie e alle verifiche pre e post adozione; costi da sostenere fino a quando l’ultima capretta avrà raggiunto la sua destinazione".

Il recupero è sospesso attualmente. "Lo stop – fa sapere Massimo Pigoni, responsabile dell’operazione – si è reso necessario per un guasto alla chiatta, che provvede al trasferimento degli animali dall’isola alla terraferma. Le attività di messa in sicurezza, salvo eventuali e ulteriori imprevisti, dovrebbero riprendere tra una decina di giorni non appena il barcone tornerà in piena efficienza".
Prosegue invece a pieno ritmo il monitoraggio degli esemplari presenti sull’isola. Per tracciare un bilancio è ancora presto tuttavia i volontari hanno notato che le caprette sono suddivise in piccoli gruppi composti da 10/15 esemplari. "Quelli più vicini alla zona di attracco sono anche i più mansueti, abituati evidentemente alla presenza dell’uomo. Si lasciano avvicinare – spiega Pigoni – e accettano anche del cibo. Gli animali che vivono nella parte meno frequentata manifestano comportamenti selvatici. Sono più guardinghi e stanno sempre all’erta per la presenza di possibili predatori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News