Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Maggio - ore 14.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dmo al centro dell'intesa tra attività e Comune di Porto Venere

Bozza di accordo approvata dall'ammministrazione Cozzani. Destagionalizzazione chiave di volta.

Tassa di soggiorno
Dmo al centro dell'intesa tra attività e Comune di Porto Venere

Golfo dei Poeti - Destagionalizzazione, promozione e pancia a terra sulla Dmo (Destination management organization) nella bozza di accordo tra Comune di Porto Venere e associazioni di categoria approvata dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Matteo Cozzani. Focus del documento è la tassa di soggiorno (che a Porto Venere funziona così), di cui, in ossequio a quanto stabilito dalla Regione, si chiarisce l'uso: 60 per cento da utilizzare in accordo con le associazioni di categoria per la promozione dell’accoglienza, la comunicazione, la promo-commercializzazione e il marketing turistico della località, anche con accordi sovracomunali per la promozione di un’area vasta, o comunque per interventi e servizi ad elevata valenza turistica. “Le spese possono includere anche la realizzazione di eventi e la copertura dei costi per l’ufficio di informazione e accoglienza turistica”, si legge. Il restante 40 per cento sarà invece destinato dal Comune al miglioramento del decoro e per investimenti infrastrutturali aventi valenza turistica. Nella bozza di intesa si rammenta la necessità di “promuovere accordi tra i Comuni della medesima area al fine di cercare di adottare criteri ed aliquote uniformi per le località che hanno simili caratteristiche turistiche”.

Il documento vede il Comune assume una serie di impegni con Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti e Confindustria. Tra questi si sono l'impegno di garantire i servizi di accoglienza e informazione mediante gli infopoint del territorio “apportando costantemente migliorie al servizio, anche attraverso un confronto diretto con le associazioni firmatarie dell'accordo”; organizzare e promuovere eventi e manifestazioni che diventino appuntamenti annuali di grande richiamo turistico, con un occhio di riguardo per la bassa stagione nell'ottica “di una sempre maggiore destagionalizzazione”; e ancora creare la Dmo, procedendo all'attuazione del progetto ed elaborando “proposte per lo sviluppo della collaborazione con i Comuni limitrofi disponibili nel campo della promozione turistica e della creazione di servizi turistici comprensoriali”. Un comprensorio che, almeno a livello di fondazione del nuovo contenitore e soggetto turistico, non comprenderà Lerici, gioiello 'gemello' di Porto Venere, che ha preferito restare fuori. L'amministrazione si impegna altresì a combattere l'abusivismo e a costituire un Tavolo tecnico con le associazioni per articolare l'utilizzo della tassa di soggiorno. Tavolo che, si legge sempre nella bozza di intesa, si ha in programma di convocare a fine novembre per valutarne efficacia ed eventuale modifiche da apportare all'intesa tra pubblico e associazioni datoriali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News