Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 20.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ca' Doria porta per i visitatori: "No a turismo di massa"

Il sindaco Leonardo Paoletti: "Lerici un po' declassata, serve andare oltre il ristorante".

Ca´ Doria porta per i visitatori: `No a turismo di massa`

Golfo dei Poeti - "Ca' Doria sarà sede di un punto informativo di livello che consentirà ai turisti, anche grazie alle ultime tecnologie, di ricevere una prima infarinatura sul nostro territorio". Lo ha detto stamani in conferenza stampa il sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti. Ca' Doria è un luogo simbolo del borgo lericino e da anni si dibatte su cosa farà da grande (qualche anno fa la Società marittima di mutuo soccorso avanzò l'ipotesi museo del mare, vedi QUI). "Il turista - ha proseguito il primo cittadino - potrà accedere a tutte le informazioni utile a fargli capire dove è arrivato, a prendere confidenza con la storia di Lerici, con i grandi nomi che qui hanno vissuto o soggiornato - artisti, poeti, intellettuali, politici, editori -, con l'importanza geologica del territorio, con la bellezza del Caprione, delle frazioni, delle spiagge".
Il nodo, secondo Paoletti, è "far capire che Lerici è un luogo importante, che può interessare la mente, andando al di là del solo ristorante. Finora Lerici è stata un po' declassata, diventando luogo di turismo di massa inconsapevole. Invece siamo un territorio prezioso. Il percorso è difficile, serve pazienza, ma stiamo lavorando, su Ca' Doria (che l'amministrazione immagina anche come luogo di conferenze, ndr) come su altri temi".

Casa Doria si trova a Lerici, al numero 8 dell'omonima Via Doria, l'antica via che dall'approdo portava ai monti.
L'appartamento è situato al II piano ed è costituito da quattro stanze con annesso un cortile ed un piccolo fabbricato su due livelli.
La presenza di portali e camini in ardesia, le sedute e i peducci lavorati in ardesia nel vano scale, il soffitto ligneo a cassettoni, la tipologia architettonica e la sua storia ne fanno veramente un angolo se non intatto, almeno ben conservato, della Genova del Cinquecento nel cuore di Lerici.
Nel salone di ingresso si trova il dipinto all'interno del quale viene ritratto Andrea Doria e una lapide.
La storia di Andrea Doria (1466-1560) è indubbiamente affascinante; genovese di nascita, abile politico e valente ammiraglio, s'inventò un lavoro: l'assentista, cioè il capitano di ventura, comandante di galee che serviva chi meglio lo ricompensava. Si procurò una flotta e si mise al servizio del miglior offerente, che di volta in volta furono il Papa Innocenzo VIII, Francesco I di Francia o Carlo V di Spagna

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure