Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 15 Settembre - ore 08.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Allo studio l'allargamento della Napoleonica al Dazio

Ieri si è svolto un incontro tra i rappresentanti di Filt Cgil, Fit Cisl e Ugl e l'assessore di Porto Venere Di Pelino: arriveranno due specchi nelle curve pericolose, si ragionerà sui problemi di svolta in Piazza Bastreri e sul semaforo di Le Grazie

Tutte le ipotesi in campo

Golfo dei Poeti - Il problema è annoso: la Napoleonica è una strada in cui si verificano troppi incidenti e in cui hanno perso la vita troppe persone. Nel prossimo futuro tra Fabiano e Acquasanta sarà installato un tutor per scoraggiare l'alta velocità nei rettilinei, ma le problematiche di transito nei centri abitati di Marola, Cadimare e Fezzano resteranno sul tappeto. E a essere preoccupati della situazione, oltre ai residenti e agli automobilisti, sono gli autisti dei mezzi pubblici che si trovano spesso impossibilitati a tenere la destra a causa della auto parcheggiate in maniera selvaggia, andando così a invadere la corsia di marcia opposta, con tutti i rischi e le conseguenze che possono derivare, come i due procedimenti penali in corso a carico di due conducenti.

Per porre rimedio, almeno in parte, a queste criticità ieri alcuni esponenti sindacali di Atc - Alessandro Negro per la Filt Cgil, Alessandro Mondini per la Fit Cisl e Paolo Carrodano per la Ugl - hanno incontrato l'assessore del Comune di Porto Venere, Emilio Di Pelino.
Le sigle, che hanno trovato un interlocutore aperto al dialogo e pronto a prendere in considerazione le istanze presentate, hanno esposto i principali problemi che riguardano E' stata pertanto richiesta l'installazione di due specchi all'altezza della curva a gomito in località Dazio, tra Cadimare e Fezzano, e della doppia curva in corrispondenza della chiesetta del Pezzino, dove poco più di un anno fa un ragazzo perse la vita schiantandosi con la moto contro il muso di una corriera.

Richieste da parte dei sindacati anche per quel che riguarda il capolinea a Porto Venere e la svolta del tornante di Piazza Bastreri. Alcuni mezzi di Atc non consentono di svoltare quando ci sono auto o scooter parcheggiati al lato della strada e costringono a compiere alcune manovra che mettono a rischio l'incolumità dei numerosi pedoni che attraversano la strada laddove, peraltro non si potrebbe. Inoltre, essendo la curva a poche decine di metri dal capolinea, talvolta gli impianti di aria compressa che governano freni e trasmissione non sono ancora in pressione e l'autobus è costretto a fermarsi bloccando il traffico per alcuni minuti. Per questi motivi le sigle hanno proposto di spostare il capolinea in Via Olivo, all'altezza della Locanda La Lucciola, evitando così di dover effettuare manovre subito dopo la ripartenza. Per impedire ai pedoni di attraversare uscendo anzitempo dal sottopassaggio della Pubblica assistenza è stata proposta l'installazione di una fioriera o di un parapetto o la tracciatura di una segnaletica orizzontale molto evidente. L'assessore Di Pelino ha anche accennato alla possibilità di collocare in maniera fissa un ausiliario del traffico o un agente della Polizia locale. Il luogo proposto come alternativa per il capolinea sarebbe vicino all'area giochi di Porto Venere, ma i sindacalisti hanno fatto notare che presto entreranno in servizio i nuovi mezzi Euro 6, che non dovrebbero nemmeno richiedere lunghe accensioni per portare in pressioni gli impianti.

Qualche miglioria è stata richiesta anche per quel che riguarda il sistema semaforico a Le Grazie. Gli autisti azionano la luce rossa quando devono svoltare in ingresso al paese, ma il problema si pone quando ne devono uscire. Il sistema attuale, infatti, prevede luce rossa per tutti i mezzi, anche per quelli che stanno immettendosi sulla provinciale, come l'autobus. In caso di incidente, quindi, c'è il rischio che anche al conducente del mezzo pubblico venga contestato il mancato rispetto del semaforo, anche se è colui o colei che l'ha fatto scattare. I sindacati quindi chiedono che sia installata una luce verde per i soli autobus di fianco a quella rossa per chi esce da Le Grazie.

Infine, ritornando in località Dazio di Fezzano, dove la sosta delle auto dei residenti è un problema molto sentito, l'assessore ha illustrato che è stato avviato da tempo un ragionamento con l'Aeronautica per l'utilizzo di una striscia di terreno di confine della base per l'ampliamento della carreggiata e la realizzazione di una fila di parcheggi.
"Il progetto è in fase di discussione da tempo - dichiara a CDS Di Pelino - e sono ottimista sulla conclusione del percorso: crediamo di poterlo realizzare entro la fine del mandato del sindaco Matteo Cozzani. Per quanto riguarda i problemi della Napoleonica in senso generale l'incontro di ieri è stato certamente utile e prenderemo in considerazione le richieste dei sindacati, come abbiamo sempre fatto, ma servirebbe un tavolo unitario sulla viabilità con il Comune della Spezia, la Provincia e la prefettura".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News