Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Giugno - ore 17.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Troppi dehors, l'ambulanza non passa"

A Porto Venere l'opposizione chiede di ridurre gli spazi per le attività in Via Cappellini. E rilancia: "Un presidio medico sostenuto con la tassa di soggiorno".

"Evitiamo situazioni drammatiche"
"Troppi dehors, l'ambulanza non passa"

Golfo dei Poeti - Troppi tavolini e dehors, l'ambulanza nel borgo di Porto Venere non ci passa più. Così l'opposizione chiede a Palazzo civico di ridimensionare le concessioni di Via Cappellini a tutela della salute di residenti e turisti. Quest'anno a Porto Venere si sta invece verificando un problema che rischia di mettere in difficoltà lo svolgimento del soccorso in una cospicua parte del paese – denunciano dalla minoranza Fabio Carassale, Saul Carassale, Francesca Sacconi e Franco Talevi -. La pubblica assistenza di Porto Venere, associazione che da anni svolge un egregio servizio nel nostro territorio, e che nel tempo ha saputo dotarsi di strumenti idonei alle caratteristiche del territorio stesso, ad esempio acquistando mezzi più piccoli, quest'anno si è vista obbligata alla decisione di non svolgere più il servizio di soccorso tramite ambulanza nel borgo storico a causa delle crescenti difficoltà di transito in quella parte di paese, date non solo dalla grande affluenza di persone, ma anche dal crescente numero di concessioni rilasciate ai commercianti per posizionare tavolini, sedie e dehors lungo il percorso stesso. I dirigenti della Pa di Porto Venere hanno pertanto constatato che passare con l'ambulanza nel carruggio sia diventato troppo rischioso, dovendo, in caso di urto a persone o danneggiamento di arredi, qualcosa, fronteggiare complessi e costosi risarcimenti”. Una scelta che l'opposizione ritiene “inevitabile, ma estremamente grave, perché fare un soccorso con l'ambulanza è sicuramente più efficace di un intervento a piedi con la barella, sia per i tempi di trasporto, sia per la presenza di attrezzature presenti a bordo dei mezzi. Riteniamo quindi importante che la pianificazione urbanistica anche delle aree pedonali tenga sempre presenti le necessità di accesso a mezzi di primo soccorso o antincendio, a maggior ragione nei momenti di forte affluenza, in un territorio che già paga le difficoltà di collegamento con i centri ospedalieri tramite un unica, spesso congestionata, arteria provinciale”.

Non solo, i quattro della minoranza lanciano la proposta di “un vero e proprio presidio medico in loco nei mesi estivi, almeno per le ore diurne, come c'era in passato, contribuendo con personale professionista a integrare il servizio offerto dai volontari, anticipando manovre di primo soccorso a volte non effettuabili dai militi, e prevenendo possibili drammatiche complicazioni dovute all'intasamento stradale dell'anello del cavo, cosa purtroppo già avvenuta in passato”. Secondo i consiglieri tale servizio potrebbe essere attivato destinando ad esso parte dei proventi della tassa di soggiorno, introdotta quest'anno, “sia con contributi alle Pa, sia con la predisposizione di idonei servizi professionali”, e guardando non solo al capoluogo ma anche alle Grazie al Fezzano.

Con apposita interrogazione, i consiglieri - auspicando una trattazione urgente della materia - chiedono appunto al sindaco Matteo Cozzani e all'assessore ai Servizi sociali Paola Barsotti di intervenire, ridimensionando gli spazi esterni delle attività, per rendere Via Capellini nuovamente e pienamente praticabile ai mezzi di soccorso e pronto intervento. E intendono anche sapere cosa pensi Palazzo civico dell'idea di un presidio di primo soccorso con medico da istituire per rafforzare la copertura sanitaria estiva, quando per Porto Venere è tempo di boom demografico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News