Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 10.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Il turismo ligure deve puntare sull'autenticità"

Lo ha detto l'assessore regionale Berrino intervenendo a Lerici al convegno organizzato dal Comune. Roncallo: "Se andrà in porto nuova stazione potremo arrivare ad un milione di crocieristi l'anno".

`Il turismo ligure deve puntare sull´autenticità`

Golfo dei Poeti - “La bellezza aiuta ma non basta”. Questa la filosofia dell'assessore regionale Berrino che in serata ha chiuso il convegno “Turismo: le risorse naturali e culturali leve di sviluppo del territorio” tenutosi nell'incantevole cornice del Castello di Lerici per fare il punto su una delle voci più importanti della nostra provincia, anche a fronte della crescita degli ultimi anni. “Qui ho scoperto un'altra perla della Liguria – ha detto l'esponente della giunta Toti – di una regione che non ha nulla da invidiare ad esempio alla Catalogna anche se i numeri non sono nemmeno paragonabili. Eppure stiamo andando oltre i 15 milioni di turisti del 2016 – ha osservato – un anno nel quale la provincia spezzina ha fatto miracoli. Lerici, che nel suo statuto comunale parla di “vocazione turistica” è un esempio di come si possano legare fascia costiera e collinare per attrarre turisti, ma la vera sfida che dobbiamo portare avanti è quella di porci come un unico brand in grado di offrire luoghi bellissimi capaci di far lievitare la cultura dell'accoglienza. Dobbiamo fare sistema puntando sulla nostra autenticità che è la ricchezza del turismo esperienziale”.

Peculiarità che sempre più viaggiatori scoprono tramite le navi da crociera che approdano nel Golfo spezzino. “Domani presenteremo i dati più recenti – ha affermato Carla Roncallo, Presidente dell’Autorità Sistema portuale del Mar Ligure orientale – che sono in sostanziale pareggio con quelli di un anno fa con una leggera crescita: al 30 giugno abbiamo avuto 195mila passeggeri contro i 179mila del 2016. Quello che ci fa ben sperare sono le proposte ricevute da Royal Carribean ed Msc per la gestione del servizio crociere del porto e per la realizzazione di un nuovo terminal adeguato alle esigenze in un progetti di partenariato pubblico-privato. La proposta – ha aggiunto – è già stata condivisa con la nuova amministrazione per sviluppare ulteriormente il settore per arrivate fra tre-quattro anni a quasi un milione di passeggeri l'anno. In tutto questo Lerici è già molto autonoma perché ha sempre avuto un desk al molo e capta un turismo di un certo livello anche grazie ad iniziative di qualità molto alta”.

Parole sicuramente apprezzate dal sindaco Leonardo Paoletti il quale ha comunque evidenziato come “La Liguria abbia ancora molto da fare, costruire ed immaginare sulla politica dello sviluppo turistico. Questa giunta regionale è finalmente votata “al fare” dopo decenni di vuoto”. “Anche il convegno odierno – ha detto – è il simbolo di una voglia di sinergia, parola d'ordine che deve accomunare istituzioni, privati ed operatori perché per declinare il turismo bisogna avere interlocutori e consulenti qualificati. Noi stiamo cercando anche di colmare un gap visto che prima Lerici non comunicava la sua storia e la sua cultura”.
Un lavoro portato avanti dall'amministrazione che sta puntando molto sul brand “Lerici coast” e sugli eventi. “Al nostro insediamento – ha spiegato l'assessore Nardone – abbiamo analizzato i dati provinciali delle presenze dal 2002 al 2015 che ci vedevano fanalino di coda a causa di scelte politiche miopi che avevano reso Lerici inaccessibile e poco interessante. Abbiamo raccolto la sfida creando una nostra identità precisa e nuovi punti informativi, modificando la viabilità ed introducendo la “Lerici visit card”, il tutto per destagionalizzare l'offerta. Non ci siamo fermati qui – ha aggiunto – e nei prossimi mesi presenteremo “Il sentiero dei Poeti”, lavoreremo con i bambini delle scuole e ci impegneremo per potenziare trasporti ed aree di sosta”.

Di fronte al consigliere regionale Costa, presente fra il pubblico con la collega Pucciarelli, i neo assessori spezzini Asti, Giorgi e Casati, ed il pittore Vaccarone, è intervenuto anche il presidente del Parco di Montemarcello Magra e Vara Pietro Tedeschi ribadendo il percorso di recupero del sommerso storico e culturale dell'ente dal suo arrivo un anno fa. “Se nessuno usa le leve di questa realtà si fa poco – ha affermato – tutto il territorio deve essere coinvolto e anche se Spezia non ci ha mai considerati noi non ci sentiamo figli di un Dio minore, sappiamo di essere utili. Il Parco è fondamentale per la tutela di risorse che non possono essere negoziabili, ha un grande ruolo ma deve essere riformato così come la Regione deve riformare Governance dei Parchi. Non dobbiamo scimmiottare le Cinque Terre ma ricordare i 18.000 visitatori per la mostra itinerante di Hélène de Beauvoir ed i 5.000 della farfalla dorata, ma soprattuto che 30 anni fa le Cinque Terre erano paesi vicino Lerici ed oggi è il contrario”.
Nel convegno moderato dalla collega Selene Ricco ed arricchito dai consigli sulle strategie di marketing turistico di Fabio Caporizzi, il punto di vista delle associazioni di categoria è stato portato da Gianfranco Bianchi che ha ricordato come “questa amministrazione ha preso Lerici ai minimi termini di credibilità e sensazioni e l'ha rilanciata. Oggi il settore è in forte espansione e non possiamo gioire dei successi ottenuti ma continuare ad evolverci per stare al passo con un turismo che non si accontenta e vuole tutto, occorrono competenza e collaborazione soprattutto in questo territorio dove c'è grande ottimismo e dove gli stranieri sono ormai una voce importantissima. A questo proposito – ha concluso – credo che l'ipotesi del numero chiuso per le Cinque Terre sia sbagliata, serve una regolamentazione dei flussi ed un impegno concreto sulla crescita qualitativa e culturale dell'offerta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure