Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Febbraio - ore 22.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

‘Golfo dei Poeti', non solo un toponimo. Si parte dal trasporto elettrico | Foto

Accordo di programma tra i tre comuni per accedere alle risorse destinate al ‘Trasporto di massa ad impianti fissi’ del Ministero dei Trasporti: così un giorno le linee P e L potrebbero essere servite coi filobus.

linea coast to coast
Golfo della Spezia

Golfo dei Poeti - Se mai diventerà un comune unico lo dirà il tempo, altre fasi della storia, altre opportunità e persone al comando. Ma intanto La Spezia, Porto Venere e Lerici tentano quanto meno di collaborare da un punto di vista logistico e la firma dell’accordo di programma siglata questa mattina è un primo passo: i tre sindaci, Peracchini, Paoletti e Cozzani si uniscono per accedere alle risorse destinate al ‘Trasporto di massa ad impianti fissi’ del Ministero dei Trasporti. L'obiettivo è arrivare alla realizzazione di un sistema di trasporto pubblico elettrico del ‘Golfo dei Poeti’, finalizzato ad una mobilità sostenibile, efficiente e a basso impatto ambientale, con evidenti benefici effetti sull'ambiente e sulla salute dei cittadini e dei turisti. Il progetto prevede la trasformazione delle linee ‘P’ (Porto Venere – La Spezia FS) e ‘L’ (La Spezia Fs- Lerici), attualmente servite con mezzi Atc alimentati da motori termici con linee servite da mezzi alimentati con motore elettrico, al fine di traguardare la nuova ‘Linea del Golfo’, interamente a trazione elettrica. La nuova proposta progettuale costituirà l’oggetto della richiesta che il Comune della Spezia, in qualità di ente capofila, presenterà al Ministero dei Trasporti per l’Accesso alle risorse destinate al ‘Trasporto di massa ad impianti fissi’, per offrire concretezza alla nuova linea elettrica ‘Golfo dei Poeti’. "Una seconda rivoluzione della mobilità che coinvolge tutto il Golfo: così con l’utilizzo della mobilità sostenibile anche nelle tratte Portovenere e Lerici l’inquinamento dei carbonati fossili in tutto il Golfo sarà ridotto al minimo o andrà tendenzialmente a scomparire" - spiega il sindaco Peracchini.

Il Comune della Spezia si sta già preparando alla rivoluzione della mobilità sostenibile grazie alla vittoria del bando MIT da 40 milioni di euro che prevede, fra le altre cose, il potenziamento dell’infrastruttura filoviaria con nuovi mezzi, la ristrutturazione delle fermate, potenziamento dei poli interscambio e l’intervento sulla stazione di Migliarina. "Ora con la partecipazione a questo nuovo bando abbiamo coinvolto Lerici e Portovenere consapevoli che ci unisce un’attenzione e una sensibilità nuova che coniuga la tutela dell’ambiente e l’innovazione tecnologica per migliorare la qualità della vita degli spezzini e, più in generale, di tutto il territorio. Un segnale forte, di grande sinergia fra i tre comuni. La speranza è di vincere questo bando per avere un golfo completamente green con una qualità dell’ambiente e dell’aria molto migliorata" - ha aggiunto ancora Peracchini.

"Aderiamo a questa iniziativa - ha aggiunto il sindaco di Lerici, Paoletti - consapevoli che quella dell’elettrificazione è la strada da percorrere per raggiungere la sostenibilità ambientale del trasporto pubblico, che immaginiamo sempre più a servizio dei cittadini e sostitutivo dell’auto privata. Dopo l’attivazione del servizio di trasporto via mare, che collega Tellaro, Lerici, La Spezia e Portovenere, oggi compiamo questo nuovo importante passo verso una nuova concezione di mobilità, più razionale e di minor impatto". Per Atc presenti Gianfranco Bianchi e Francesco Masinelli: "La partecipazione al bando del Mit, rappresenta l'ultimo tassello di un progetto di forte cambiamento del tpl - ha detto il primo - che, partendo dal rinnovo di buona parte della flotta e dal progetto MIT1 per l’implementazione della rete filoviaria urbana, passando poi all'ottenimento essenziale del contratto di servizio “in house”, vede, a mio parere, nella linea coast to coast, in modalità e con mezzi full electric, non il completamento di un disegno ma la tappa di un percorso ancora lungo che richiederà altri anni per il suo compimento". Masinelli, direttore generale dell’azienda, ha aggiunto che si lavora in continuità col primo progetto, già aggiudicato e in fase di avviamento, che ha previsto l’ampliamento dell’utilizzo di mezzi elettrici (filobus) all’interno del territorio comunale spezzino. "Puntiamo ad estendere l'uso di bus elettrici all’interno del Golfo. Un disegno ambizioso che, ci auguriamo fortemente, possa essere approvato dai competenti organi ministeriali. L’ampliamento dell’utilizzo di autobus elettrici su un’area così vasta si pone come ulteriore tassello del processo di rinnovamento del tpl intrapreso tre anni fa. Abbiamo infatti agito, in prima battuta, rinnovando l’ormai vetusto parco mezzi e successivamente progettando, con la Provincia della Spezia, un servizio rispondente alle nuove esigenze dei cittadini e alla vocazione industriale e turistica della città. L’auspicio è di poter portare a compimento anche questa nuova sfida, che presenta sin da subito una difficoltà di carattere finanziario. I contributi ministeriali, infatti, vengono erogati in un periodo successivo rispetto all’esborso economico che la società deve sostenere coi fornitori. Sarà nostra cura, in caso di approvazione, attivarci nei confronti del Ministero per cercare di ridurre i tempi di erogazione dei contributi e rendere così possibile l'auspicato progetto".

Con l’accordo di programma di oggi i tre Comuni si impegnano dunque a promuovere il progetto ed, inoltre, ad agevolare l’intervento attraverso l’installazione di portali tecnologici con telecamere e sistema di riconoscimento targhe per la regolazione del traffico veicolare privato in corrispondenza di situazioni di congestione, l’installazione di impianti semaforici in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, e alla realizzazione di ogni altro eventuale impianto o ausilio necessario per la realizzazione della nuova Linea del Golfo a trazione elettrica. I nuovi autobus a trazione elettrica, di dodici metri di lunghezza, con tecnologia in Motion Charge, saranno full green (ovvero con impatto ambientale locale zero), affidabili e in grado di garantire una gestione ottimale e continuativa del servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News