Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Ottobre - ore 23.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Aspettiamo ancora il progetto del centro di educazione ambientale"

A parlare è il sindaco Matteo Cozzani di Porto Venere in merito alla querelle della dismissione della scuola di Fezzano. Il comitato Fezzano Tvb invece si dice preoccupato per l'importanza del plesso.

`Aspettiamo ancora il progetto del centro di educazione ambientale`

Golfo dei Poeti - Un comitato, preoccupato, per la dismissione della scuola di Fezzano. Un sindaco che "aspetta" ancora la proposta del laboratorio di educazione ambientale. E' questo lo scenario che si è creato nell'ambito della querelle che sta portando avanti il Comitato Fezzano tvb.
Il gruppo di cittadini si è riunito in questi giorni e tramite una nota hanno reso note le loro preoccupazioni. "Il Comune ha deciso di cedere la scuola,monumento del ventennio, opera di grande pregio dell'archietetto Guidugli di Fezzano. L'immobile verrà ceduto in un contesto di di confusione e incertezza. L’ipotesi dell'Amministrazione comunale di Porto Venere di trasformare la scuola di Fezzano in minialloggi è quanto di peggio si possa immaginare. Saranno appartamenti assolutamente inabitabili da famiglie con figli, che potranno essere acquistati solo da giovani ricchi della casta, senza il progetto di parcheggi, a meno che non venga tirato in ballo il tanto contestato da Matteo Cozzani parcheggio del Fezzano, al momento utilizzato in modo per noi incomprensibile o ancora peggio che il valore dei garage venga momentizzato con ulteriore aggravio dei parcheggi".
"Il timore emerso durante la riunione - prosegue la nota del comitato - è che la scuola di Fezzano diventi l'ennesima incompiuta un altro San Pietro, che l'amministrazione non è riuscita a risolvere dopo tante promesse. Vendere un edificio di valore di pregio è un’offesa alla comunità che l’ha realizzata con sacrificio. Ben più saggio era farne un motore dell'economia locale con il risultato di creare posti di lavoro e dare al paese di Fezzano un risorsa economica concreta: posti di lavori e ricchezza. A ciò si aggiunga che l'asilo verrà trasferito nell'attuale nido, in locali pessimi, posti vicino alla località chiamata non a caso Siberia e da ristrutturare con costi altissimi. Durante la riunione di martedì sera, i cittadini hanno deciso di attivare un "Comitato di resistenza culturale" al progetto a cui stanno aderendo personalità della cultura e dell'arte. Insomma i fezzanotti sperano ancora di esistere".

Allo j'accuse del comitato non tarda però la risposta del sindaco Cozzani che illustra il progetto e che risulta un po' lontano dalla posizione del comitato. "La decisione di intervenire sulla scuola - spiega Matteo Cozzani, primo cittadino di Porto Venere - nasce due anni fa quando come amministrazione partecipammo ad un bando per il riutilizzo delle strutture sottoutilizzate. In questo contesto abbiamo individuato la scuola di Fezzano che per come veniva utilizzata costava, ad esempio, solo di riscaldamento 10mila euro all'anno ospitando all'incirca 20 bambini. Arrivando secondi abbiamo ottenuto un finanziamento da 500 mila euro grazie al quale trasferiremo l'asilo, la scuola diventerà una residenza sociale alla quale potranno accedere ragazzi e famiglie ad un canone moderato, sistemeremo la strada d'accesso al paese vecchio. Quando dovevamo decidere cosa fare della vecchia scuola abbiamo dato la massima disponibilità a tutte le proposte. In particolare il comitato aveva proposto l'istituzione di un centro di educazione ambientale, ma dopo un anno non avevamo ancora ricevuto alcun progetto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure