Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 04 Giugno - ore 22.07

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tommasi: "Tutelare contratti più bassi, in Lega Pro 70 per cento prende meno di 50mila euro annuali"

Il presidente dell'Assocalciatori: "Tutti vorremmo che i risultati fossero determinati dal campo, ma la decisione spetta alle autorità scientifiche e ai responsabili della salute pubblica".

L'Uefa
Tommasi: "Tutelare contratti più bassi, in Lega Pro 70 per cento prende meno di 50mila euro annuali"

Fuori provincia - Ospite di Radio Punto Nuovo, il presidente AIC Damiano Tommasi, ha così commentato l’attuale situazione di emergenza e i rapporti con le altre istituzioni calcistiche: “Siamo stati interpellati due volte dalla Lega di Serie A, non so quale sia l'oggetto del contendere. Abbiamo cercato un’intesa che non escludo possa esserci nei prossimi giorni. Abbiamo parlato di norme legate all'accordo collettivo, sullo spostamento di alcuni termini, al quale abbiamo aderito. Vogliamo capire qual è l'idea della Lega che dice soltanto di sospendere gli stipendi. In questo momento fare polemiche è fuori luogo, vista la situazione. Sospensione e cancellazione sono due cose diverse, oggi non c'è nessuno stipendio da sospendere, ci sarà tempo e modo per prendere un accordo a seconda di come si svilupperà la situazione”. Lo riporta il sito dell'Associazione italiana calciatori.

Sull’accordo trovato dai calciatori della Juventus, Tommasi ha sottolineato che “l’AIC ne era a conoscenza, è stato un accordo che ha trovato l'intesa tra tutti i tesserati, quindi non può far altro che piacere, anche alla Lega. Accordo lineare per tutti? C'è un accordo collettivo, è ovvio che se le società ed i calciatori - a livello individuale o collettivo - giungono ad accordi, tutto fila liscio. In altre società c'è bisogno del nostro appoggio e noi ci siamo".

"Con la Lega Pro - ha proseguito il Presidente AIC- abbiamo portato avanti il tema, ancora non chiarito del tutto, tutti gli accordi devono essere rispettati dalle parti, basta che tutti siano d'accordo, ma ognuno può organizzarsi su basi diverse. Non so chi mette voci in giro sulla nostra indisponibilità, il nostro lavoro è far sì che vengano rispettate le regole. I calciatori sono disponibili a fare la loro parte, ma le altre istituzioni come partecipano alla situazione? Il tema principale è che al momento non si capisce il destino della stagione, che cambierebbe le prospettive. Da parte nostra non c'è chiusura, in nessun caso. Sarà il comitato scientifico a capire se si può continuare o no. In consiglio federale capiremo eventualmente come fare, ma solo se verrà dichiara la possibilità di proseguire da chi ha la responsabilità, oggi, per la salute".

“Stiamo parlando con la Lega Pro per tutelare i contratti più bassi - ha concluso - per far sì che questa crisi non si ripercuota troppo sui club. La nostra preoccupazione in questo momento è anche la sopravvivenza delle società". E a RaiNews24 Tommasi ha ricordato che "in Lega Pro il 70 per cento dei calciatori prende meno di 50mila euro lordi annuali". Intanto l'Uefa ha stabilito il 3 agosto come data entro la quale chiudere le stagioni: "Ovvio che tutti noi vorremmo fosse il campo a determinare i risultati, ma tutto sta a valle di processi decisionali che competono alla parte scientifica e a chi ha la responsabilità della salute di tutti", ha osservato l'ex centrocampista della Roma e della Nazionale. "Dalla Germania arriva l'idea di maxi ritiri in zone non a rischio? L'Oms ha dichiarato al pandemia, non credo ci siano zone che possano ritenersi sicure", ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY


















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News