Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 22.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Marino il primo avversario: "I miei giocatori si sono tenuti in forma"

un ex che ha la stima della città
Marino il primo avversario: "I miei giocatori si sono tenuti in forma"

Fuori provincia - Il ritorno al campo, gli allenamenti collettivi, la ripresa del campionato sempre più vicina. Il tecnico dell'Empoli Pasquale Marino, fresco ex aquilotto e primo avversario dello Spezia, ha parlato a 360 gradi in questo particolare momento ripartendo da quanto successo nei mesi passati e con lo sguardo al futuro. “Veniamo da un periodo che ci ha segnato – ha dichiarato il tecnico azzurro -. Abbiamo visto tanta gente che ha perso la vita e questo ci fa riflettere. Il fatto che ci siano dei segnali positivi è bello per tutti, l’umore è certamente migliorato; cerchiamo di tornare alla normalità, sperando di riuscire a fare quello che abbiamo sempre fatto e che le cose tornino a procedere nel modo giusto. Ci sono state tristezza e paura, abbiamo giocato a Cremona a porte chiuse in una delle zone più colpite dal coronavirus con molti dei nostri giocatori che avevano amici e parenti nelle zone rosse. La preoccupazione, dunque, era tantissima e ci ha accompagnato per diverse settimane. Ne dovremo tenere di conto, perché queste sono esperienze che ti segnano per la vita. I giocatori sono stati bravi, anche a casa e individualmente hanno mantenuto un’ottima condizione fisica. Ma farlo da casa non è la stessa cosa che farlo al campo e in gruppo".

"Se il campionato fosse finito – prosegue – non avremmo avuto l’occasione di provarci. Adesso ce l’abbiamo e quindi, da parte dei ragazzi, l’entusiasmo non manca. Abbiamo una partita all’orizzonte e questo ci fa lavorare meglio. Giocare senza tifosi è brutto, ma ci sono altre situazioni alle quali abituarsi. Indossare sempre le mascherine, evitare saluti troppo “calorosi”, rispettare i vari protocolli di sicurezza. Passeranno mesi per avere un vaccino o una cura e in questo momento, in ogni professione e attività, ci deve essere però uno spirito di adattamento alla nuova normalità nell’attesa che si possa tornare a vivere come prima".
"A livello fisico non sarà semplice – spiega ancora – se pensate che di solito a luglio si riparte dopo un mese di stop e prima di tornare a giocare passano diverse settimane. Adesso siamo stati fermi più a lungo e si torna a giocare prima. Potremmo andare incontro a rischi, ma sarà così per tutti. Avere un organico ampio e tanta qualità è una cosa in più che ci aiuterà. Al rientro al campo i test sui miei giocatori hanno dato comunque ottimi risultati e ora ci concentreremo sull’intensità, puntando a recuperare anche tutti i giocatori dagli infortuni di lungo corso. Veniamo da un lungo periodo di stop, le incognite sono ancora di più, ma la società ha fatto il massimo per farci tornare comunque a lavoro in sicurezza e nel minor tempo possibile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News