Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Giacomo Corvi vince all'esordio contro Vincenzo Italiano

Giacomo Corvi vince all'esordio contro Vincenzo Italiano

Fuori provincia - Domenica 30 giugno ha avuto luogo al Palazzetto Comunale dei Prati di Vezzano Ligure
la manifestazione pugilistica denominata: Serata da Pugili. Dopo l’ottimo risultato organizzativo del 17 febbraio scorso, la più giovane Società Pugilistica Spezzina, ASD Il Club, questa volta in unione e di concerto con Round Zero Gym, altra giovane realtà locale della Noble Art, ci ha riprovato, e dobbiamo dire, i risultati hanno premiato l’impegno profuso.
Nonostante la stagione ed il caldo “eccezionale” la risposta del pubblico è stata buona, i match divertenti ed equilibrati e gli arbitraggi non hanno dato luogo a contestazioni. Dopo la presentazione dei pugili, sono subito iniziati gli incontri; il primo a salire sul ring è stato il giovanissimo, Leonardo Riccardi (Round Zero Gym), guidato all’angolo dal padre Luca coadiuvato dal neo Tecnico Christian Valdettaro, nell’ottica di collaborazione tra le due società organizzatrici; l’atleta spezzino ha subito imposto il suo pugilato fatto di ampi movimenti, schivate e rapidi rientri; tre round ottimamente condotti che gli hanno garantito la vittoria sul rivale Edoardo Bendinelli (Boxe Pontedera), per la gioia dei numerosi tifosi al suo seguito. Un ragazzo certamente da seguire con attenzione.

Per il secondo match è salita sul ring Martina Alberti (ASD Il Club), opposta a Roberta Merli (Pro Fighting Piacenza); nonostante regalasse all’avversaria quasi tre chili e parecchi centimetri in altezza ed in allungo, l’atleta spezzina , mostrando un’impeccabile preparazione atletica e tecnica, si è aggiudicata il verdetto con ampio margine, regolando la comunque ottima e combattiva rivale. Complimenti a Martina che, dopo alcuni problemi fisici culminati con l’operazione al ginocchio, sembra finalmente in grado di esprimersi al meglio. Un’esordiente per il terzo match: Alessandra Moggia (Sarzana Ring) si è misurata con Jessica
Altadonna (Boxe Piacenza); tre round combattuti ed il verdetto che ha premiato la Piacentina.
Veramente una bella prestazione comunque per Alessandra, che avrà sicuramente modo di
rifarsi.

Un esordiente spezzino anche per il quarto incontro: Giacomo Corvi (Round Zero Gym) contro
Vincenzo Italiano (Boxe Voghera); Giacomo inizia al meglio la sua carriera pugilistica aggiudicandosi il verdetto con grinta e determinazione. Una pausa per permettere ad arbitri, giudici, commissario di riunione (Dott.ssa Lorella Tasso), cronometristi e medico, di rinfrescarsi e recuperare energie e concentrazione per la seconda metà dell’evento, durante la quale si è esibito sul ring un giovane atleta della ASD Il Club, Daniel Battolla, dieci anni, figlio d’arte (il papà Christian è stato a suo tempo un buon pugile dilettante) che, guidato dal tecnico Christian Valdettaro, ha mostrato colpi, difese e spostamenti del proprio repertorio pugilistico. Una giovane promessa che potrebbe un giorno far parlare di sé.
Quinto match: Giulia Felici (Sarzana Ring), esordiente, si è misurata con Noemi Roveda
(Bolognina Boxe), con un match al suo attivo; forse il fatto di avere già superato l’emozione
dell’esordio ha dato quel qualcosa in più alla ragazza di Bologna, che si è aggiudicata l’incontro. Brava comunque Giulia che non ha assolutamente deluso, mostrando ottime capacità.

Il sesto incontro ha visto salire sul quadrato Cristian Cariola (La Spezia Boxe) che aveva di fronte un avversario di tutto rispetto, con un ottimo curriculum e, sulla carta, proibitivo; Mihai
Cucuteanu (Segrate Boxe). Cristian ha disputato un match di altissimo livello costringendo Cuteanu al pareggio; una bella iniezione di fiducia in previsione dei prossimi campionati italiani.
Nell’incontro successivo Davide Antonio Vrenna, atleta di Genova, ma tesserato per lo Sport
Club Virtus di La Spezia, si è confrontato con Alexandru Amosei (Boxe Sugar), conquistando la vittoria per la soddisfazione del suo tecnico Vladimir Lops, coadiuvato, nell’occasione, all’angolo, dallo spezzino Marco Giannarelli.
Penultimo match: Davide Pucciarelli, atleta di Carrara, formato ed allenato dal Tecnico Toma
Baric, tesserato per la Grifo Boxe di Rapallo, ha combattuto contro William Grassi (La Spezia
Boxe), aggiudicandosi l’incontro, pur se in una categoria di peso per lui inusuale, al limite dei 75 kg, mentre eravamo abituati a vederlo al limite dei 69 kg. A chiusura di serata abbiamo potuto apprezzare Guefai El Mehdi, pugile spezzino, ma tesserato ed allenato dalla Pugilistica Massese, opposto a Maurizio Orsi (Pugilistica Lucchese). Dopo un inizio in cui Orsi ha cercato di giocarsi alla pari le sue carte,il maggior numero di match disputati e la maggiore esperienza di Medhi hanno fatto la differenza ed il ragazzo della Serra di Lerici ha fatto suo chiaramente il match. Mehdi è certamente un pugile interessante, mancino, veloce e tecnico, certamente piacevole da vedere all’opera tra le sedici corde.

Parola adesso agli organizzatori per un breve punto sulla manifestazione: “Credo sia stata una bella serata di sport, lo spettacolo offerto dai ragazzi sul ring è stato all’altezza ed apprezzabile e tutto si è svolto all’insegna del fair play e della correttezza; come quasi sempre accade in questo sport, prima ci si misura, con lealtà e anche con durezza, ma al termine dei tre round ci si abbraccia e si mostra un sincero rispetto uno per l’altro” dice Marco Valdettaro.
“Vorrei aggiungere un dato” prosegue Luca Riccardi “ le società spezzine hanno messo sul ring, quest’oggi, diversi esordienti e altri quasi esordienti, a riprova di un movimento pugilistico
che sta trovando nuova linfa e, tra questi, speriamo qualche futuro atleta di livello. Sicuramente anche lo spirito di collaborazione che vi è tra queste società aiuta nella crescita.
Come ultima nota segnaliamo che la cena finale che ha accomunato atleti, tecnici, arbitri e giudici, esclusi coloro sono dovuti ripartire immediatamente per il rientro a casa, si è svolta presso Luna Blu, la casa di accoglienza per le persone affette da autismo che è nata da un’idea di Fondazione Carispezia, grazie al progetto “AUT AUT – Autonomia Autismo”. Si tratta di una casa di accoglienza che ha l’obiettivo di aiutare chi soffre di autismo, cercando di donare a queste persone una vita normale, grazie al loro inserimento nel mondo del lavoro. Una struttura di circa 2000 metri quadri che ospita tantissimi servizi, che si occupano del settore ricettivo, della ristorazione e anche della produzione alimentare. Ancora una volta, lo Sport e il Sociale viaggiano mano nella mano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News