Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 15.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Due ex vincitori del Lunigiana trionfano a Giro e Tour

una conferma
Due ex vincitori del Lunigiana trionfano a Giro e Tour

Fuori provincia - Anche questo 2020 ha confermato che il GIRO DELLA LUNIGIANA è la gara a tappe più prestigiosa del ciclismo giovanile juniores, la prima importante occasione di confronto per i migliori atleti a livello internazionale e tutti ambiscono ad essere inseriti nel suo albo d’oro.
Per la prima volta nello stesso anno il colore della maglia “verde” simbolo del vincitore del LUNIGIANA si è trasformata nel colore “rosa” con Tao GEORGHEGAN HART vincitore del GIRO D’ITALIA e nel colore “giallo” con Tadej POGACAR vincitore del TOUR DE FRANCE, il primo si aggiunge a Franco CHIOCCIOLI, Gilberto SIMONI due volte, Damiano CUNEGO, Danilo DI LUCA e Vincenzo NIBALI due volte come vincitore del GIRO D’ITALIA e il secondo a Vincenzo NIBALI come vincitore del TOUR DE FRANCE.
Nell’edizione 2013 del GIRO DELLA LUNIGIANA Tao GEOGHEGAN HART ha ipotecato la vittoria finale già alla 1a tappa staccando tutti sul traguardo di CASTELNUOVO MAGRA difendendo poi la maglia verde con due secondi posti nella tappa regina di FOSDINOVO e nell’ultima tappa di CASANO, parteciparono a quell’edizione atleti del MESSICO, GIAPPONE, AUSTRALIA, ERITREA che con le Nazionali EUROPEE rappresentavano i cinque continenti. Quest’anno l’inglese a 25 anni si è aggiudicato il GIRO D’ITALIA vincendo le due tappe di alta montagna a PIANCAVALLO e al SESTRIERE e nell’ultima tappa a cronometro di MILANO ha sfilato la maglia rosa dalle spalle dell’australiano Jai KINDLEY.
Lo sloveno Tadej POGACAR è stato il dominatore del GIRO DELLA LUNIGIANA del 2016, dopo un 2° e un 3° posto nelle tappe iniziali ha dimostrato la sua superiorità vincendo la tappa finale con l’arrivo a ORTONOVO PAESE, a 22 anni è il più giovane vincitore del TOUR DE FRANCE dell’era moderna, dopo avere vinto due tappe di montagna ha spodestato dal vertice della classifica il connazionale Primoz ROGLIC nella cronoscalata della penultima tappa.
Immaginiamo che GIRO D’ITALIA sarebbe stato con la partecipazione di Remco EVENEPOEL 20 anni vincitore del LUNIGIANA 2018 che aveva messo la corsa rosa come obbiettivo principale della sua stagione agonistica del 2020. La sua annata era iniziata con la vittoria in due brevi corse a tappe la VUELTA SAN JUAN in Argentina e VOLTA AO ARGAVE in Portogallo prima del lockdown e proseguita con altre due vittorie alla VUELTA A BURGOS in Spagna e il TOUR DE POLOGNE dopo il lockdown, prima di essere interrotta il 15 di agosto da una rovinosa caduta al GIRO DI LOMBARDIA.
I dirigenti del CASANO proprio in questo momento di grande soddisfazione vogliono ribadire che solo con una importante attività nel settore giovanile si creano i presupposti per il futuro professionistico degli atleti, per cui il GIRO DELLA LUNIGIANA riconosciuta come la più importante gara a tappe a livello internazionale per il ciclismo giovanile deve essere considerato un patrimonio di tutto il ciclismo, ma l’impegno organizzativo è talmente gravoso sia sotto l’aspetto economico e di impegno di personale che crediamo meriti il concreto sostegno degli enti istituzionali e sportivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News