Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 16.52

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Confermata la positività a Venezia, serie B in bilico

Anche il nuovo tampone rivela un caso di Covid tra i calciatori arancioneroverdi. Se il campionato venisse fermato, ipotesi limite, si andrebbe direttamente ai play-off. Lo Spezia pescherebbe il Chievo al turno preliminare.

la palla alla figc
Confermata la positività a Venezia, serie B in bilico

Fuori provincia - La flebile speranza che si trattasse di un falso positivo dura meno di 24 ore. Il Venezia ha informato questo pomeriggio che anche il sesto ciclo di tamponi svolti su squadra e staff confermano il contagio di un proprio calciatore al Covid. Negativi tutti gli altri test svolti sul resto della truppa arancioneroverde, e questa è un'ottima notizia. Ma gli allenamenti rimangono precauzionalmente sospesi in attesa che sia la FIGC a dettare i prossimi passi. Tra questi ci sarebbe anche la possibilità di rinviare la partita di sabato contro il Pordenone programmata allo stadio "Nereo Rocco" di Trieste alle 20.30. Evento questo che imporrebbe poi di recuperare il match più avanti e, nella peggiore delle ipotesi, metterebbe a rischio tutta la ripresa del campionato.
Non c'è infatti ancora il nero su bianco per la riforma del protocollo per la ripresa del calcio, che permetterebbe di isolare il solo individuo positivo. Lasciando al resto dei compagni la possibilità di allenarsi e giocare, sebbene radunati in una struttura isolata e impossibilitati ad andare a casa. C'è il parere positivo del Comitato tecnico scientifico, manca però la ratifica. E non è un aspetto secondario. Per adesso quindi tutto fermo. Non solo, insieme ai giocatori del Venezia anche un calciatore del Padova, che ha incontrato il contagiato di recente, è stato messo in quarantena nonostante sia risultato negativo agli ultimi test. L'ultimo contatto tra il contagiato e i suoi colleghi risale a sabato scorso in occasione di un allenamento mattutino. Poi il rompete le righe e la domenica di riposo. Il giorno stesso l'esito del tampone, comunicato il lunedì.

Se passasse la linea rigida - quarantena per tutto il gruppo per 14 giorni - il Venezia dovrebbe rinunciare alle prime tre giornate di questa seconda fase. In pratica avrebbe il via libera (sempre che tutti i tamponi risultassero nel frattempo positivi) solo dagli ultimissimi giorni di giugno. Sarebbe praticamente impossibile recuperare quelle partite entro il termine del 24 luglio, data dell'ultima giornata. Di conseguenza tutto il campionato sarebbe a rischio. L'alternativa è isolare solo il positivo lasciando scendere in campo il resto della squadra, tenuto a quel punto sotto stretto controllo. L'ultimo tampone prima della partita di sabato sarebbe effettuato a poche ore dal fischio d'inizio.
Non si può quindi escludere in questo momento che arrivi il definitivo stop al campionato. Nel caso questo avvenisse in questa fase, con due mesi ancora a disposizione prima della fine della stagione, si passerebbe direttamente a play-off e play-out. Benevento in serie A e Spezia in casa contro il Chievo per il turno preliminare ed il Frosinone ad attenderlo nell'eventuale semifinale. Opzione limite, ma che conferma ancora una volta come i punti che si giocano in questa seconda metà di giugno diventino subito fondamentali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News