Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 04 Marzo - ore 09.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Stanchezza e infortuni, decisivo il recupero di Berardi e Caputo"

con federico anarratore di canale sassuolo
Andrej Galabinov

Fuori provincia - "L’inizio di campionato del Sassuolo è stato strabiliante. Poi è subentrata un po’ di stanchezza, come fisiologicamente ci si poteva aspettare. La squadra, in diverse partite, ha perso la bellezza in campo, fame di fare punti e concretezza sotto porta. Un calo fisico si è oggettivamente osservato. A questo vanno aggiunti molti infortuni a giocatori determinanti per il Sassuolo, Berardi e Caputo su tutti. Il primo potrebbe rientrare proprio nella gara di sabato, per il secondo ancora bisogna lavorare per ritrovare la vera forma che noi tutti abbiamo imparato ad apprezzare". Un Bignami del Sassuolo odierno, con gli occhi di chi lo segue quotidianamente come Federico Anarratone di Canale Sassuolo.
Un girone dopo l'esordio in serie A per lo Spezia, quel 4-1 che mostrò subito quanto fosse dura la categoria, ecco di nuovo gli emiliani. La scorsa settimana il Cagliari, ora il calendario dice Spezia, Crotone, Bologna e Torino: arbitri della lotta salvezza a febbraio. Per ora gli uomini di De Zerbi hanno perso solo con le grandi. "Non definirei Cagliari, Bologna e Torino come piccole. Sono squadre che in questa stagione hanno incontrato delle difficoltà, ma come storia e organico sono delle squadre importantissime. Il Crotone, ad oggi, sembra essere la squadra con meno speranze, mente lo Spezia di Italiano sembra che abbia retto bene l’impatto con il massimo campionato. Il Sassuolo ha fatto benissimo contro le squadre in maggiore difficoltà, mentre con le cosiddette big ha raccolto meno di quanto meritava. I neroverdi non saranno arbitri di alcuna corsa salvezza, i ragazzi di De Zerbi guardano al loro campionato ed alla loro classifica, provando a raccogliere più punti possibili. Questo è uno dei campionati meno pronosticabili, sia in testa che in coda nulla è ancora deciso e tutte le squadre hanno in mano il proprio destino".

I talenti passati dal Mapei Stadium sono parecchi. Quest'anno brilla la stella di Manuel Locatelli. "E' diventato un giocatore determinante per il Sassuolo, nel suo ruolo è sicuramente tra i top cinque in Italia. Bisogna riconoscere il merito alla società per aver creduto in lui ed al mister per averlo formato in questo percorso di crescita culminato con la conquista della maglia da titolare nella nazionale maggiore". Altro calciatore in rampa di lancio, al di là degli infortuni e dell'assenza causa Covid, è Riccardo Marchizza. Proprietà Sassuolo, è arrivato da centrale ma sarà restituito come terzino."Il Sassuolo non si è dimenticato di lui ed anzi lo osserva con interesse. È un calciatore che un domani, neanche troppo distante, potrebbe vestire con profitto la maglia neroverde".
Sassuolo-Spezia è anche De Zerbi contro Italiano. Due della nuova generazione di tecnici italiani in rampa di lancio. "De Zerbi è molto apprezzato dai grandi club, sia a livello nazionale che internazionale. Dovessi dire un nome sopra a tutti parlerei del Napoli di Aurelio De Laurentis. È, però, importante sottolineare che De Zerbi sia ben lontano da essere con le valigie in mano. Nelle ultime interviste ha espresso la volontà di rimanere a Sassuolo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News