Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Gennaio - ore 11.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Renzi conferma le dimissioni dei ministri: "Qualcuno deve avere il coraggio di dire che il re è nudo"

il discorso alla camera
Renzi conferma le dimissioni dei ministri: "Qualcuno deve avere il coraggio di dire che il re è nudo"

Fuori provincia - Italia Viva ritira i ministri: Ivan Scalfarotto, Teresa Bellanova ed Elena Bonetti non fanno più parte dell'Esecutivo del cosiddetto Conte 2. E' Matteo Renzi a confermare il proposito che era stato anticipato con una lettera. L'ex premier ne parla in conferenza stampa: "Per dimettersi in politica ci vuole coraggio: più difficile lasciare una poltrona che aggrapparsi allo status quo. Viviamo una grande crisi nel Paese, stiamo discutendo da settimane, da mesi dei pericoli legati alla pandemia e delle esigenze legate al vaccino: davanti a questa crisi il senso di responsabilità consiste innanzitutto nel risolvere i problemi e non nasconderli. Siamo a fianco a tutti quelli che stanno combattendo contro il virus ma siamo anche consapevoli che bisogna dare risposte".

Continua il senatore di Rignano: "La crisi politica non la apriamo noi, è aperta da mesi: abbiamo chiesto un salto di qualità, noi ed altre realtà politiche. Non si risolvono le cose con un tweet, la politica ha liturgie della democrazia. E questo proprio perché c'è la pandemia. La democrazia non è un reality show, se ci sono dei problemi si risolvono in Parlamento. Nell'affermare la fiducia incrollabile del presidente della Repubblica, noi pensiamo che si debbano affrontare i tre punti cardine. Basta giochi di parole, rinvii a comunicati roboanti sui social: la democrazia ha delle forme che vanno rispettate. Qualcuno deve avere il coraggio di dire che il re è nudo".

E ancora: "Abbiamo fatto nascere questo governo contro Salvini, combattendo nonostante l'accordo con il Movimento Cinque Stelle: oggi come allora non permetteremo a nessuno di avere pieni poteri". Contro le dirette a reti unificate, contro i comunicati all'ultimo momento, contro l'assegnazione costante alla stessa figura commissariale, la timidezza con le quali sono state condannate le violenze di Washington. "Questi sono i cardini della democrazia, che non è trasformabile in un reality show". Renzi parla del merito: "L'emergenza non può essere l'unico motivo che tiene in piedi questo governo. Non prendere i soldi del Mes è irresponsabile: niente ideologie, voteremo per il decreto ristori con qualsiasi governo ci sarà. Lo faremo anche per altre cose ma non siamo pronti ad essere come gli altri perché andrà tutto bene se la politica fa il suo mestiere".

E adesso che succede, chiedono i giornalisti: "Noi non faremo mai i ribaltoni e non daremo mai vita ad un governo con le forze della destra sovranista e anti-europeista: questa è l'unica nostra pregiudiziale anche per la storia personale di ognuno di noi. Il punto su cui si discute sono i soldi sulla sanità dicendo sì al Mes, lo sblocco dei cantieri, perché la politica è a fare le cose e non parlarne: fra la simpatia e l'occupazione penso sia più utile la seconda. L'appello del presidente della Repubblica a costruire sia bello: ma costruire non si fa sulla sabbia, ma sulla chiarezza. Si deve dire cosa si fa, non che tutti i giorni si fa una discussione. Se invece non è chiaro dove vogliamo arrivare non c'è alcuna costruzione possibile. Vogliamo, insomma, vedere il progetto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News