Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Gennaio - ore 19.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Al MACRO di Roma anche la videoperformance di Giuliano Sturli

rassegna internazionale
Al MACRO di Roma anche la videoperformance di Giuliano Sturli

Fuori provincia - Segnaliamo con piacere la partecipazione dell’artista Giuliano Sturli alla rassegna sulla “Videoperformance internazionale” che si svolge a Roma al Museo Macro Asilo da domenica 17 novembre. La notorietà acquisita da Sturli in questo significativo contesto di arte immateriale, che si giova del sussidio fondamentale delle più avanzate tecnologie elettroniche, risale a decenni lontani, allorchè animò con una programmazione straordinaria lo “Studio 74” di via Spallanzani, luogo d’incontro di artisti di varia provenienza territoriale. Assiduo frequentatore era il professor Giorgio Cozzani, a cui si deve, grazie alla generosa donazione della sua enorme collezione, la nascita del CAMeC. Dal 1972 al 1985, anno della sua chiusura, lo “Studio” spezzino ospitò mostre personali e collettive d’arte contemporanea in gran parte rivolte alle più innovative tecnologie di comunicazione e alla divulgazione dei nuovi linguaggi.

"La videoperformance ebbe il battesimo presso lo studio spezzino e si propose - dichiara Sturli, pioniere di tali rassegne - come un multilinguaggio che si estendeva dall'azione del performer al suo progetto della ripresa video, completando con il suono-rumore, non casuale, ma cercato e studiato per renderlo funzionale all'espressività dell'opera”.
Autore di originali e coinvolgenti performance eseguite in varie città italiane e straniere, Sturli ebbe la consacrazione della sua ricerca con l’invito nel 1977 alla “Settimana Internazionale della Performance”, svoltasi a Bologna presso la Galleria comunale d’arte moderna e curata, tra gli altri, da Renato Barilli, Franco Solmi, Francesca Alinovi, Marilena Pasquali e Roberto Daolio.
In quella occasione dal forte clamore, alimentato dalle decine di presenze dall’alto profilo artistico, quali Marina Abramovic, che prima di altri, elesse la nudità a tangibile condizione estetica, Herman Nitsch, Gina Pane, Vito Acconci, Vincenzo Agnetti, Giuseppe Chiari, Lamberto Pignotti, Luigi Ontani, Vettor Pisani, ecc. venne proiettato sul grande schermo la videoperformance di Sturli della durata di un’ora L’Uomo albero. 1976, definita da Renato Barilli “fragoroso concerto di barattoli azionati dal corpo dell’artista”.

Attraverso legami simbolici, associati ad una notevole carica autoriflessiva che permea la dimensione scenica della performance, Sturli “metteva a confronto - nell’analisi di Daolio - gli aspetti della violenza psicologica operata dal consumismo sull’uomo-oggetto”. L’allora giovanissimo critico affermava che “il discorso allegorico della crisi culturale e di valori della società contemporanea conduceva Sturli alla indagine serrata di un comportamento fisico-corporeo da vivere e riformulare sensibilmente sulla propria pelle”. In un ampio saggio del 1985 l’apprezzato performer scriveva che “anche nella immaterialità elettronica l’arte si pone come forma e disciplina educativa, apportando il suo specifico contributo al miglioramento del prodotto televisivo ed alla formazione di un’utenza attiva capace di selezionare e capire l’intricata quantità degli odierni messaggi audio-visivi”. Se oggi si può scrivere la storia della videoperformance tanto merito va assegnato alla convincente esperienza di Sturli esportata ben oltre il perimetro cittadino.

Valerio P. Cremolini

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News