Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Gennaio - ore 19.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cocer Marina: "Missioni internazionali, i marinari siano trattati come gli altri"

Cocer Marina: "Missioni internazionali, i marinari siano trattati come gli altri"

Fuori provincia - Ben 3 anni fa il Ministro della Difesa pro tempore a latere del contratto per il comparto Difesa – Sicurezza firmò un impegno di Governo per estendere al personale della nostra Forza Armata la norma che riguarda il contingentamento delle missioni internazionali, dal 2016 pienamente applicato per le operazioni svolte a terra ed in cielo. Unica discriminante appare connessa alla superficie su cui si svolge la missione internazionale: chi opera in mare non ha lo stesso trattamento, come se fosse una attività di minor importanza e per il personale non comportasse lo stesso sacrificio ed un analogo rischio della vita.

Ad oggi non si vede traccia nella Legge di Bilancio del suddetto provvedimento atteso da tre anni.

Non ha convinto i partiti di Governo, in primis una forza politica dell’ attuale esecutivo cui eminenti esponenti furono firmatari dell’impegno preso, ad inserire nella Legge di Bilancio la modifica della Legge 145/2016, nemmeno dopo aver appreso in audizione dalla viva voce del Capo di Stato Maggiore della Marina che durante l’emergenza epidemiologica il personale svolge operazioni in mare per periodi ancora più lunghi di prima e senza mai toccare terra, con un sacrificio fisico inimmaginabile.

Peraltro, in precedenza, Il Cocer Marina ha chiesto audizione alle Commissioni Difesa ed al Ministro, senza ottenere risposta, così come parrebbero, fino ad oggi, infruttuose le richieste dello Stato Maggiore della Difesa verso il Ministro della Difesa atte a perorare l’applicazione del contingentamento anche per lo svolgimento delle attività navali internazionali della Marina Militare.

Le operazioni militari di controllo della navigazione e delle rotte commerciali, le attività di soccorso internazionale, il contrasto alla pirateria sono attività svolte in mare che debbono trovare il giusto riconoscimento ed il relativo "costo" non può essere una discriminante per cui negare la pari dignità tra le diverse modalità con cui viene mantenuta la sicurezza del Paese ed assicurata la partecipazione dell’Italia agli impegni internazionali.

Si parla spesso di discriminazione di genere; qui siamo di fronte ad una possibile discriminazione di Forza Armata!

Di fronte alla quasi certezza di lasciare privi di soddisfazione morale i marinai di ogni età, uomini e donne che solcano il mare per la sicurezza del Paese e la salvaguardia degli interessi nazionali, il Cocer Marina cosciente del proprio ruolo istituzionale vuole credere nella capacità del dialogo ed interviene con questo comunicato per ricordare la questione e chiedere al Ministro della Difesa ed al Governo l’introduzione nella Legge di Bilancio di una norma che recepisca l’impegno di Governo del gennaio 2018 per la modifica della Legge sulle missioni internazionali.

Cocer Marina

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News