Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 10.49

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dodici chilometri di ciclopedonale rivierasca: "Idea senza eguali"

Il Parco nazionale vuole recuperare le gallerie dismesse tra Monterosso e Levanto, creando una pista che si collegherà all'esistente 'Mare e monti'.

Oltre 5 milioni
Punta Mesco

Cinque Terre - Val di Vara - Un corposo finanziamento in arrivo dal ministero dell'Ambiente consentirà al Parco nazionale delle Cinque Terre di mettere mano a una serie di importanti progetti e interventi nel segno della sostenibilità e della mitigazione degli impatti ambientali. Tra questi, supportato da Roma con tre milioni, c'è il recupero delle gallerie ferroviarie dismesse tra Monterosso e Levanto, con lobbiettivo di riutilizzarle come pista ciclopedonale; un intervento, si legge nel Piano triennale delle opere 2021-23 approvato dall'ente Parco nei giorni scorsi, del valore complessivo di poco inferiore ai 5.3 milioni di euro, che, stando al documento, saranno sborsati in parte quest'anno e in parte nel 2022. Il progetto prevede la trasformazione dell’ex galleria delle ferrovie in pista ciclabile, con parte riservata ai pedoni, e gran parte dell’opera (in termini di investimento) si colloca all'interno del comune di Monterosso, mentre l'estremità occidentale della tracciato ricade nel comune di Levanto con punto di ingresso esterno ai confini del Parco. L'infrastruttura andrebbe a collegarsi con l’attuale pista ciclabile 'Mare e monti' che già attualmente mette in comunicazione Levanto con i paesi di Bonassola e Framura attraverso il riutilizzo di gallerie ferroviarie dismesse. “Si realizzerà quindi un collegamento ciclabile continuo di circa 12 chilometri – si legge nel Piano triennale - su un tratto di Parco Nazionale delle Cinque Terre e di Riviera ligure di Levante senza eguali a livello regionale e nazionale”. Siamo di fronte, per Via Discovolo, a “un caso di eccezionale interesse turistico, ambientale e sportivo, oltre a costituire un’importante soluzione di mobilità sostenibile per i residenti di entrambi i comuni”.

La galleria, datata 1880, versa in ottime condizioni. Il suo rivestimento in muratura è in perfetto stato, tant'è che richiede solo un intervento di idropulizia a media pressione per conservare la finitura in mattoni. Il fondo della galleria, invece, dove sono già stati rimossi i binari, richiede di essere adeguato per la percorribilità ciclopedonale. Necessario altresì andare a creare un sistema di allontanamento di infiltrazioni e soprattutto realizzare l'impianto di illuminazioni. Il tunnel è ben ventilato, anche grazie all'apertura laterale collocata a un paio di chilometri dall'ingresso lato Levanto. Una finestra che, attraverso l'allestimento di una scala interna in muratura, sarà anche utilizzabile come via di accesso di urgenza e via di fuga. Una ulteriore finestra sarà invece realizzata ex novo in un punto più prossimo all'imbocco monterossino; attraverso di essa, la galleria ciclopedonale si collegherà a un sentiero percorribile sia a piedi, sia in mountain bike, che dopo mezzo chilometro di unirà alla rete stradale comunale del nucleo urbano di Monterosso e alla zona della spiaggia di Fegina. È infine prevista la realizzazione sull’ingresso lato Monterosso di una piazzola dedicata al servizio di bike sharing, debitamente automatizzate. Il progetto, come si rileva nel piano, ha anche una sua valenza di democrazia... atletica: “Raggiungere oggi le Cinque Terre in bicicletta è possibilità riservata solo ai ciclisti più sportivi, date le forti pendenze che separano gli abitati, collocati a ridosso del mare, con la strada di accesso, collocata molto più in alto. Il collegamento ciclopedonale individuato renderà l’accesso a Monterosso più agevole oltreché ricco di fascino, recuperando un bene di alto valore storico come la vecchia galleria ferroviaria, ora in disuso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News