Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 15.01

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rita Mazzi è la candidata e la novità di "Cambiamo Follo insieme"

Svelato il nome sul quale punterà la lista civica che si propone di entrare a Palazzo civico al posto dell'attuale amministrazione Cozzani e del vicesindaco Piacente.

Casati sarà candidato per il consiglio

Cinque Terre - Val di Vara - E' quello Rita Mazzi il nome sul quale la lista "Cambiamo Follo insieme" punterà per la vittoria alle prossime amministrative. A sorpresa, dunque, il leader della lista civica, Kristopher Casati, fa un passo di lato e si candida per un posto in consiglio comunale.
Follo si prepara così a vivere un confronto al femminile, tra Mazzi e Felicia Piacente, candidata a sindaco per la lista arancione "Vince Follo", capitanata dal sindaco uscente Giorgio Cozzani. Il tutto in attesa di conoscere le mosse ufficiali del centrosinistra e, in particolare, del Partito democratico.

Con un pizzico di emozione Mazzi ha fatto questa mattina il suo esordio nella politica attiva circondata dai prossimi candidati della lista e da un nutrito numero di sostenitori, che si sono raccolti al centro polivalente di Piana Battolla, laddove tutto è iniziato.
"Da oggi - ha spiegato Casati - inizia una nuova avventura. Questo percorso è nato nelle scorse settimane in questo luogo con buona parte delle persone che oggi sono qua. Ci siamo incontrati ogni giovedì sera dopo il lavoro, togliendo tempo alle nostre famiglie, ma con la convinzione di poter cambiare Follo insieme. Crediamo di poter rappresentare davvero il cambiamento per questo territorio, anche perché tra di noi non c'è un uomo solo al comando, ma un gruppo di persone, un collettivo con un obiettivo comune".
Parole evidentemente rivolte al sindaco Cozzani, reo, secondo Casati, di aver condotto il Comune senza coinvolgere in maniera adeguata il resto della giunta e della maggioranza, di cui lo stesso Casati ha fatto parte sino a qualche mese fa, quando il consiglio comunale venne chiamato ad approvare una situazione finanziaria debitoria e una serie di alienazioni e aumenti tributari "che sono stati resi noti al resto della maggioranza solamente tre giorni prima".
Poi è stato il momento di spiegare i motivi che hanno portato a scegliere Rita Mazzi come candidata ideale. "Abbiamo voluto scegliere il volto che ci rappresenta meglio. Il gruppo ha scelto Rita e, dopo qualche giorno di riflessione, lei ha scelto il gruppo. Qua dietro c'è uno dei simboli del fallimento dell'amministrazione Cozzani, quella palestra declassata a semplice struttura che sarà messa in vendita per coprire una parte del buco di bilancio. Ho sempre dichiarato la mia contrarietà a questa operazione, ma non potevo essere io il volto del cambiamento".

La parola è poi passata alla candidata che si è presentata così: "Sono nata alla Spezia, ma vivo da sempre a Tivegna. Sono sposata da 38 anni, ho una splendida famiglia, una nipotina e un cane al quale voglio un gran bene. Dopo il diploma ho iniziato a lavorare e a 22 anni ero già moglie e madre, ma sono riuscita ugualmente a coronare il sogno di laurearmi. Allora non c'erano le quote rosa e arrivare alla laurea fu molto faticoso - ha ricordato -. Per questo non mi spaventano le cose che richiedono impegno. Sono venuta al primo incontro di questo gruppo perché sono stata invitata a rappresentare la frazione di Tivegna: abbiamo lavorato insieme a lungo e siamo arrivati qua. Ho pensato un po' prima di accettare la candidatura a causa della mia inesperienza nella vita politica attiva: non ho mai avuto tessere o sponsor politici, ma se per un attimo ho pensato che questo potesse essere un difetto, ragionandoci bene abbiamo tutti insieme constatato che in realtà può essere un pregio. I cittadini di Follo vogliono trasparenza, ascolto e tutela del territorio e noi siamo qua per darglieli. Abbiamo tutto quello che serve per migliorare la vita ai cittadini. Sono direttore Confesercenti e a causa dell'impegno che richiede questo ruolo forse non sono così tanto conosciuta dai miei compaesani, ma in compenso ho maturato competenze e conoscenze che possono essere utili. Penso alla necessità di sviluppare anche a Follo il comparto del turismo, che sino a oggi non è stato tenuto minimamente in considerazione. Possiamo diventare un territorio a vocazione: siamo baricentrici rispetto alle Cinque Terre, alla Via Francigena e all'Alta via dei monti liguri".

La lista ha già stilato un programma di massima, ma la fase di raccolta delle proposte è ancora in corso e pertanto i dettagli saranno resi noti in seguito. Sono ben chiare, invece, le idee su quelli che sono stati gli errori commessi da chi governa oggi e si propone per i prossimi cinque anni.
"L'amministrazione Cozzani - ha proseguito Mazzi - lascia un debito importante e credo sia ben difficile che chi sta in sella da dieci anni possa essere in grado di risanarlo. So che oggi fare il sindaco è una missione un po' da pazzi, che si devono fare i conti con risorse sempre più scarse, ma bisogna anche essere in grado di reperirne tramite i bandi europei e i finanziamenti ministeriali".
"Essere una donna è una qualità, ma non basta - ha aggiunto Casati con chiaro riferimento alla candidata avversaria -. Noi abbiamo scelto una donna che ha competenze specifiche da mettere a disposizione. Invece il vicesindaco Piacente ha gestito le deleghe di due settori nei quali siamo all'anno zero, quello del turismo e quello dei servizi sociali. Ben 90mila euro del debito totale di 446mila, è in capo al comparto dei servizi sociali. Per quanto riguarda il turismo siamo invece fanalino di coda della Val di Vara e della provincia: nel 2018 abbiamo registrato 227 arrivi e 418 presenze, con un calo del 51 per cento rispetto all'anno precedente. Comuni vicini a noi come Beverino e Bolano hanno avuto rispettivamente 14mila e 5mila arrivi".
"Ma la nostra non sarà una campagna elettorale contro - ha chiarito la candidata a sindaco - bensì sarà per i cittadini e per il territorio. Casati è accanto a me anche perché futuro e presente devono passare sul lastricato del passato. Nell'amministrazione attuale ci sono anche persone di valore che oggi fanno parte del nostro gruppo e che collaboreranno con me. Siamo una squadra ricca di professionalità diverse e possiamo fare un ottimo lavoro".

Domenica scorsa alle redazioni giornalistiche era stata inviata una email fasulla che annunciata l'appoggio del Pd alla lista "Cambiamo Follo insieme". La Polizia postale avvierà le indagini per risalire al mittente del comunicato stampa, transitato attraverso un provider russo, ma intanto abbiamo chiesto a Casati che idea si sia fatto su quello che alcuni hanno rinominato il Follo Gate.
"Non so a chi potesse giovare una mossa del genere. Noi siamo una lista civica, per davvero. Non conosciamo l'estrazione politica di gran parte dei membri del gruppo: non ci interessa la carta di identità, ma il fatto che tutti si sono contraddistinti negli ultimi anni per aver dato qualcosa alla comunità".

Partendo dal background maturato in Confesercenti Mazzi ha annunciato che per i settori del commercio, del turismo e delle realtà produttive in generale sarà svolta una mappatura che consenta di prendere coscienza in maniera dettagliata della situazione. "Incontreremo gli imprenditori e ascolteremo quello che hanno da dire per migliorare la loro realtà quotidiana sotto tutti i punti di vista. Da domani mi sospenderò dal ruolo di direttore di Confesercenti, anche se continuerò a lavorare. Organizzerò il mio tempo e quello per Follo non mancherà mai".
Sulle ripercussioni politiche che potrebbe avere il divorzio tra Casati e Cozzani, esponenti di forze politiche che nel Comune capoluogo, in Provincia e in Regione sono alleate (Liguria Popolare e Forza Italia - Toti), Casati risponde così: "Si tratta di un percorso condiviso, nel senso che i vertici politici regionali sono al corrente del fatto che avremmo lanciato una lista civica. La realtà locale è diversa da quella regionale, ma ci sono cose che vanno oltre la politica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rita Mazzi con i candidati e i sostenitori di Cambiamo Follo insieme Archivio CDS
Rita Mazzi e Kristopher Casati Archivio CDS


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News