Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 00.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pucciarelli e Ivani: "A Cassana un'invasione di finti profughi. No al centro di accoglienza a Borghetto"

Pucciarelli e Ivani: `A Cassana un´invasione di finti profughi. No al centro di accoglienza a Borghetto`

Cinque Terre - Val di Vara - Ieri sera si è tenuto a Cassana un incontro promosso da Filippo Ivani (responsabile della Lega Nord Val di Vara) tra la cittadinanza del paese e il consigliere regionale del Carroccio Stefania Pucciarelli. Si è parlato di accoglienza, e della difficile situazione venutasi a creare a Cassana, dove sono stati fatti alloggiare ventiquattro richiedenti asilo in località Piani, a fronte di una popolazione di 90 persone. Il centro di accoglienza è gestito dalla onlus Gli amici di Elsa.

"È folle mettere un così gran numero di extracomunitari in un paesino di appena 90 residenti, di cui soltanto trenta si trovano in località Piani, dove sono alloggiati i ventiquattro immigrati – dichiara il consigliere regionale della Lega Nord Stefania Puciarelli – e altrettanto folle è pensare che una tale decisione non crei malcontento, paura e rabbia tra la popolazione, soprattutto se composta per la maggior parte da anziani. Mi impegnerò per risolvere questo problema, andando a parlarne direttamente con il Prefetto, e vigilerò affinché non vengano mandati altri finti profughi in un territorio così fragile come questo. Non dimentichiamo – conclude il consigliere del Carroccio – che i danni della grande alluvione di sei anni fa si fanno ancora sentire su tutta la Val di Vara. E l’ultima cosa di cui c’è bisogno, dopo l’alluvione, è un’invasione di extracomunitari che arricchisce solamente le tasche dei soliti noti. A questo proposito mi stupisco che l’associazione Amici di Elsa sia venuta meno alla vocazione per la quale nacque, cioè il sostegno alla disabilità infantile, e si dedichi oggi al business dell’immigrazione".

"Tengo sempre a precisare che non siamo né razzisti né xenofobi – afferma Filippo Ivani, responsabile della Lega Nord Val di Vara – piuttosto siamo persone di buon senso, che considerano quanto sta avvenendo a Cassana un’ingiustizia bella e buona. Sulla struttura che ospita i migranti insiste persino una frana, ma alla Prefettura non sembra importare: l’importante è piazzare i richiedenti asilo in Val di Vara senza alcun rispetto per i cittadini. È ora di dire basta. Penso che la nostra presenza qui sia molto significativa, ed il segnale che intendiamo lanciare è chiaro: faremo il possibile per impedire nuovi arrivi in Val di Vara, soprattutto a Borghetto, dove da alcune settimane si parla della possibile apertura di un centro di accoglienza gestito da privati. La Lega dice e dirà sempre no. I cittadini che questa sera hanno riempito la sala sono con noi", ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure