Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Maggio - ore 15.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Numero chiuso alle Cinque Terre, Pecunia al Ministro: "Mai convocati in un anno"

il punto
Numero chiuso alle Cinque Terre, Pecunia al Ministro: "Mai convocati in un anno"

Cinque Terre - Val di Vara - Aspettano da un anno la convocazione da parte del ministero del turismo per la gestione dei flussi e per la sicurezza ma da Roma non ci sarebbe stato nessuna chiamata. E' il punto messo in evidenza, ad Ansa, del primo cittadino Fabrizia Pecunia in merito a quanto affermato dal Ministro Centinaio sull'ipotesi del numero chiuso alle Cinque Terre e la tassa di sbarco. Pecunia ad Ansa ha ribadito che: "Evidentemente il ministro Centinaio non conosce la realtà delle Cinque Terre. Da un anno chiediamo la convocazione del tavolo con il ministero per la gestione dei flussi turistici e per la sicurezza. Siamo ancora in attesa".

"Il numero chiuso non lo vuole nessuno sul territorio ed è difficilmente applicabile. Abbiamo difficoltà anche a impedire ai turisti di raggiungerci con le allerta meteo". L'idea di applicare una tassa di sbarco alle Cinque Terre proprio come accade a Venezia, o su alcune isole, era stata avanzata dalla sindaco di Riomaggiore. Un modo, aveva detto la prima cittadina, per reperire nuove risorse dal turismo mordi e fuggi. Le Cinque Terre fanno i conti ormai da anni con il problema degli imponenti flussi turistici: si parla di oltre tre milioni e mezzo di turisti ogni anno, almeno ottanta per ogni residente.

Le risorse, spiega Pecunia, sarebbero utili per finanziare i servizi al turista e sul territorio che non si riescono più a gestire e garantire. Per il primo cittadino la tassa di sbarco sarebbe sostitutiva alla tassa di soggiorno. In questo modo si tasserebbe chiunque passa sul territorio, senza creare uno svantaggio a chi invece decide di soggiornarvi.

Favorevole all'idea il sindaco di Vernazza, e presidente del Parco facente funzione, Vincenzo Resasco. Dubbi invece espressi dal sindaco di Monterosso Emanuele Moggia, che è favorevole comunque a una gestione dei flussie ha fatto appello che vengano covocati dal ministero e dalla Regione, per parlare di flussi e sicurezza. Infine il sindaco Pecunia ha sottolineato come da tempo si attenda sia una convocazione romane che la nomina del presidente del Parco che tra poco saranno commissariati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News