Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Giugno - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Morelli: "La nostra amministrazione sarà trasparente e democratica"

Il candidato sindaco di Pignone espone le sue idee per il territorio e gli abitanti: "Messa in sicurezza, turismo, ambiente, agricoltura e banda ultra larga sono le priorità".

"Regioni peso eccessivo per i cittadini"

Cinque Terre - Val di Vara - Risiede da sei anni a Pignone e oggi si candida a sindaco del Comune della Val di Vara con la lista "Insieme per Pignone". Guido Morelli, nato alla Spezia e diplomato al Nautico, dopo una prima esperienza lavorativa come ufficiale di macchina nella Marina mercantile è entrato in ferrovia, dove dopo una lunga carriera nel personale viaggiante, ne diventa responsabile nell'impianto spezzino. Ha ricoperto il ruolo di presidente del Dopolavoro ferroviario della Spezia.

Quali sono, secondo lei, le priorità per un territorio come quello di Pignone?
"Diverse sono le priorità in questo Comune. Portare a termine la messa in sicurezza di tutto il territorio proseguendo l'attività già iniziata dall'attuale amministrazione. Dare impulso allo sviluppo turistico delle valli favorendo il recupero di abitazioni abbandonate anche attraverso incentivazioni ed esenzioni da tasse comunali. Salvaguardia dell'ambiente. Sviluppare ed implementare l'attività agricola. E infine portare in tutte le case del territorio comunale la banda ultra larga".

Il crollo del Ponte di Pignone e l'arrivo di centinaia di volontari furono alcuni dei simboli della gravità e della speranza nei giorni dell'alluvione del 2011. A otto anni di distanza molto è cambiato e molto è stato fatto. Quale impegno si prende nei confronti della cittadinanza per concludere il ritorno alle condizioni di totale normalità e sicurezza?
"Molto lavoro è già stato fatto e molto è già finanziato per il ritorno alla normalità. Concluderemo i lavori per la messa in sicurezza del borgo di Casale con la costruzione del ponte di accesso, con il rialzamento degli argini e con la costruzione di briglie selettive nell'omonimo torrente. Al termine di questi lavori daremo corso agli studi e al rifacimento del ponte storico di Casale. Inoltre dovremo dare corso ai lavori per la messa in sicurezza della paleo-frana del borgo di Villa, già in parte approvati".

Da decenni i borghi del territorio ospitano eventi estivi che richiamano migliaia di persone: la capacità di accogliere è tra le caratteristiche intrinseche degli abitanti, in questo senso meno liguri di tanti altri. Che valore dà al turismo e come crede debba agire la popolazione locale in questo comparto?
"Lo sviluppo del turismo è molto importante, essendo il territorio del comune di Pignone a ridosso delle Cinque terre, tanto che è stato definito "La porta delle Cinque Terre". Questo ci può permettere di far crescere la nostra offerta di posti letto e di appartamenti, considerando che nel 2018 abbiamo avuto più di 16mila presenze, che ci collocano al primo posto tra i Comuni della Val di vara. Crediamo che favorire la ristrutturazione di vecchi edifici, incentivando i proprietari a farlo, sia una delle condizioni fondamentali. Creare spazi attrezzati per la sosta dei camper e sviluppare in accordo con il Parco delle Cinque Terre servizi navetta per il trasporto dei turisti e dei residenti da e per il mare possono essere soluzioni utili per lo sviluppo del comparto. Dovremmo stipulare accordi con Atc, insieme ad altri Comuni della Val di Vara, per l'estensione del servizio per il mare anche nei mesi di giugno e settembre (a luglio e agosto è già in funzione). E' importante l'installazione di punti per la ricarica di auto elettriche (accordo già firmato con Enel) e dare corso, attraverso finanziamenti già erogati, alla manutenzione dei sentieri per le Cinque Terre, all'anello del Castellaro e alla Marveia".

La Provincia è il soggetto di riferimento per molte delle strade che percorrono e uniscono le frazioni, ma ancora non è chiaro quale sarà il futuro di questo ente. Cosa auspica sotto questo punto di vista per il suo Comune: un ritorno all'antico o un superamento definitivo delle Province?
"Nell'ottica di un rinnovamento delle strutture amministrative della nostra nazione ritengo che la divisione di compiti tra Comuni, Province, Regioni e Stato sia tutto sommato eccessiva. Credo che determinati compiti possano passare da un ente all'altro senza che la realizzazione delle opere ne risenta. Personalmente credo che se fosse stato portato a termine il progetto di abolizione delle Province ora la situazione sarebbe molto più chiara e non ci dovremmo più porre questo dilemma. In considerazione del fatto che ciò non è avvenuto, oggi mi chiedo se ad avere un peso troppo pesante per la società non siano principalmente le Regioni anziché le Province. Resta il fatto che ciò è un fardello troppo pesante da sopportare per le tasche degli italiani. Troppi enti troppe, lungaggini burocratiche, troppe spese".

Cosa promette ai cittadini di Pignone?
"Ai cittadini di Pignone prometto che la nostra amministrazione sarà un'amministrazione trasparente e democratica. Trasparente perché sarà portato a conoscenza della popolazione, ogni decisione, ogni delibera, ogni atto pubblico che il consiglio approverà.
Democrazia perché ogni decisione che interesserà direttamente gli abitanti sarà presa solo dopo consultazione con gli stessi utilizzando tutti gli strumenti possibili quali assemblee popolari o referendum consultivi. Prometto a nome mio e di tutta la lista che il nostro impegno e la nostra dedizione saranno finalizzate al miglioramento delle relazioni tra amministrazione e cittadini, alla soluzione delle problematiche esistenti e di quelle che verranno. La nostra amministrazione vigilerà attivamente per garantire la sicurezza del territorio, la salvaguardia dell'ambiente l a crescita della produzione agricola nel rispetto della natura e della salute dei consumatori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News