Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Marzo - ore 20.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lavaggi (Pd): "Gender? Regione intellettualmente scellerata"

Federica Lavaggi, consigliere comunale Pd a Levanto, manda un messaggio di solidarietà a don Giulio Mignani.

Lavaggi (Pd): `Gender? Regione intellettualmente scellerata`

Cinque Terre - Val di Vara - "L'appuntamento di domenica a Bonassola non è né una manifestazione né una protesta. Tutti coloro che vorranno potranno partecipare in occasione della Messa domenica alle 11 a Santa Caterina a Bonassola". Lo dichiara Federica Lavaggi, esponente del Pd di Levanto, intervenendo sulla questione sollevata dal parroco di Bonassola che è intervenuto criticando aspramente la giunta Toti.
"La cosa letteralmente incredibile - prosegue la consigliera comunale assieme al segretario cittadino del Pd Carlo Musa - è la decisione della giunta della Regione Liguria di costituire il cosiddetto sportello anti gender, una scelleratezza intellettuale, politica, sociale. Anche i consiglieri regionali Pd, Paita e Michelucci, hanno sollevato la questione in consiglio regionale mettendo in luce le falsità che vorrebbero farci digerire e con le quali pensano di oscurare l'inadeguatezza che giorno dopo giorno i nostri governanti regionali dimostrano.
La mobilitazione per promuovere una presenza testimoniale a Bonassola, da don Mignani, è nata da alcune conversazioni che abbiamo avuto sui social network. Un prete fedele alla sua Chiesa e alla propria coscienza ha deciso di manifestare il proprio pensiero liberamente, senza condizionamenti, in modo sereno e fermo e molte persone, ciascuno con la propria storia individuale, credenti e non credenti, famiglie, giovani e meno giovani, in tanti hanno deciso di manifestargli vicinanza, hanno condiviso un punto di vista comune e semplice: tutti abbiamo diritto di vivere felici, di avere l'opportunità di affermarci come individui, di formarci nella nostra comunità nel rispetto reciproco; nessuno dev'essere discriminato per religione, sesso, genere, colore della pelle, idea politica.
Bonassola ci ha già abituato a questo sentire, fin da quando i gestori de La Francesca hanno affrontato a testa alta la polemica becera di coloro che non volevano immigrati rifugiati nel nostro territorio. Anche in quel caso la risposta fu ferma, pacata e serena: siamo tutti esseri umani e tutti abbiamo diritto di vivere la nostra vita al meglio delle nostre possibilità; il nostro paese ha il dovere di offrirci l'occasione di farlo, nessuno ha il diritto di impedire ad alcuno l'espressione civile della libertà. La logica di Don Giulio è essere non contro ma insieme a favore dei deboli e dei discriminati. Facciamo tutti insieme che domenica sia un momento di gioia ,di vicinanza e non di scontro politico".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure