Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Giugno - ore 13.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La corsa di Spinetti: "Turismo, sicurezza e stipendi ridotti alla giunta"

Il candidato del centrosinistra, ex funzionario comunale, in lizza per la carica di primo cittadino. E per riportare Follo ai progressisti.

"Nessuna promessa altisonante"

Cinque Terre - Val di Vara - Ex vice comandante della Polizia municipale ed ex responsabile dei servizi finanziari del Comune, Francesco Spinetti ha convinto l'intero centrosinistra a sostenerlo per la corsa a sindaco di Follo per la lista "Cittadini in Comune" con la promessa di "aprire alla trasparenza, alla partecipazione e alla solidarietà le porte del pubblico palazzo considerato bene e proprietà della collettività". Lo abbiamo intervistato in vista della tornata elettorale del 26 maggio, che lo vedrà fronteggiarsi con Rita Mazzi, candidata del centrodestra. E non con Felicia Piacente, delfina del sindaco uscente Giorgio Cozzani, la cui corsa com'è noto ha impattato contro le norme complice una ventina di firme in eccesso raccolte per presentare la lista.

Quali sono, secondo lei, le priorità per un territorio come quello di Follo?
"Attenzione al territorio e all’ambiente, rilancio dell’economia e del turismo, rivisitazione dei servizi alle persone, attenzione maggiore alle frazioni, centralità del mondo dell’associazionismo e sinergie con le amministrazioni vicine".

Vi ponete in discontinuità rispetto all'amministrazione precedente. Secondo voi quale è stato l'errore più grande dei dieci anni a guida Cozzani?
"Secondo noi si doveva puntare maggiormente sullo sviluppo turistico. Il nostro è un territorio baricentrico tra la Val di Vara e il Golfo e allo stesso tempo è appetibile per chi decide di andare nelle Cinque Terre. Inoltre l’amministrazione uscente dava l’idea di chiusura al confronto e ai contributi esterni. E altro punto dolente è stata la mancanza totale di sinergie con i territori vicini sia in termini di servizi che di politiche comuni per il rilancio dell’economia locale".

Nel discorso di commiato il sindaco uscente e la candidata Piacente hanno dato la loro versione di una vicenda che ha certamente caratterizzato la campagna elettorale, quella dell'esclusione della lista "Vince Follo". Come ha vissuto questa questione?
"Male. Avrei voluto fare emergere la bontà dei nostri progetti in un confronto con tutti i potenziali concorrenti per l’elezione a sindaco. Avrei voluto assistere alla discussione tra Casati e Cozzani. Capire su quali elementi si erano divisi dopo nove anni di condivisione completa di tutto e su tutto. Ho letto sui social accuse di ogni tipo. Noi non abbiamo capito quali siano le cause di tanta aggressività e credo che anche tutti i cittadini di Follo non l’abbiano capito. Certo, non abbiamo gioito per l’esclusione della lista (come invece hanno fatto altri) e andiamo avanti per la nostra strada forti delle nostre idee".

Cosa promette ai cittadini di Follo?
"Impegno, condivisione, ascolto e trasparenza. Nessuna promessa altisonante in quanto vogliamo capire per prima cosa lo stato dei conti e quindi i nostri margini di manovra. Per prima cosa agiremo sui costi della politica riducendo le indennità del sindaco e degli assessori. Sicuramente ricostituiremo i Comitati di frazione per rendere partecipe tutto il territorio del nostro Comune all’attività amministrativa. Altro punto è quello della sicurezza e della lotta al degrado a cui dedicherò un assessore specifico e altri punti fondamentali saranno l’ambiente, il rilancio del turismo e gli incentivi per l’agricoltura. Questi ultimi punti hanno un comune denominatore: quello di tutelare il territorio, di valorizzarne le peculiarità e di creare posti di lavoro. Senza dimenticare gli interventi sul decoro urbano e la riorganizzazione delle manutenzioni stradali".

Ha già in mente qualche nome per la squadra, in caso di vittoria?
"E’ ovvio che ci penso. Ma il mio carattere mi spinge sempre al pragmatismo del passo per volta. Oggi il mio impegno è quello di spiegare i nostri progetti. I ritorni sono positivi e questo mi rincuora. Sarà una squadra dinamica, sempre a disposizione, aperta ai contributi dei cittadini e soprattutto con tanta voglia di fare. Sapremmo fare una squadra all’altezza della sfida".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News