Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Novembre - ore 16.48

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

A Vernazza differenziata al 70%: "Vietiamo la plastica sui sentieri"

A Vernazza differenziata al 70%: `Vietiamo la plastica sui sentieri`

Cinque Terre - Val di Vara - "Il porta a porta spinto che è stato introdotto nel Comune di Vernazza nell’ottobre 2016 ha prodotto i suoi risultati. Abbiamo raggiunto il 70,7 % di raccolta differenziata vincendo le iniziali diffidenze di comitati e cittadini. Diffidenze giustificate. Anche noi amministratori avevamo dei dubbi e sapevamo che, per i motivi che vi spiegherò, non sarebbe stata un’ impresa facile. Ma eravamo decisi a partire e siamo stati premiati. I dubbi che avevamo nascevano da una semplice considerazione. I nostri due paesi non hanno un numero di abitanti regolare per tutto l’anno come succede in tanti altri luoghi. Gli importanti flussi turistici che abbiamo (anche quest’anno il 30% in più) incidono pesantemente sulla produzione di rifiuti con conseguenti difficoltà ad organizzare il servizio e conseguente aumento dei costi". Così commenta Enzo Resasco, primo cittadino di Vernazza, i dati sulla raccolta di questo 2017.

A fronte di 860 residenti, a Vernazza di passa da circa 35mila chili di rifiuto prodotto nel periodo gennaio–marzo a 120mila chili del periodo aprile-agosto. Praticamente la produzione di rifiuto triplica con tutte le complicazioni ed ingiustizie del caso. "Per ora possiamo affermare che, grazie al contributo di tutti, il 70 % di questo rifiuto non va ad inquinare l’ambiente ma viene differenziato. E il beneficio ambientale che incassiamo non è poca cosa, un beneficio che non ha prezzo. E ciò ci dà enorme soddisfazione".
Il primo obiettivo ora è ridurre la quantità di rifiuto che produce il turista giornaliero. Questo è necessario per poter diminuire la tariffa a quegli abitanti che stanno subendo, senza avere alcun ritorno economico, questi costi. "Stiamo studiando sistemi tecnologici alternativi alla raccolta stradale con i soliti contenitori. Nei centri a forte presenza turistica la differenziata non funziona perché il rifiuto che si raccoglie è talmente impuro da non poterlo conferire. Applicheremo poi la norma sperimentale del riciclo del vetro col vuoto a rendere presso gli esercizi pubblici e commerciali emanata recentemente dal Ministero dell’Ambiente. Abbiamo intenzione di ridurre la plastica proibendo l’utilizzo di bottiglie di plastica a perdere nei sentieri e nelle zone destinate alla balneazione. Abbiamo in previsione altri provvedimenti e ne discuteremo con la popolazione. Mercoledi iniziamo a discuterne con gli operatori commerciali".

La riduzione dell’indifferenziato è obbligatoria per ridurre i costi. "E noi siamo fortemente intenzionati ad applicare la logica che ciascuno deve pagare per il rifiuto che produce. La soluzione è cambiare metodo di tariffazione applicando già nel 2018 la tariffa puntuale. Questo nuovo sistema renderà personale la tassa rifiuti premiando i cittadini virtuosi. Ogni utente avrà i suoi sacchetti personalizzati con idoneo sistema di identificazione. Chi produrrà rifiuti in esubero li pagherà a tariffa maggiorata rispetto alla tariffa base e i costi del servizio non ricadranno, come ora, sulla intera comunità. Il principio deve essere: più sono virtuoso meno pago".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure