Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Settembre - ore 22.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Riaprire la Via dell'Amore? Nessuno pensa allo stato dei boschi e alla sicurezza dei borghi"

L'ex presidente Vittorio Alessandro se la prende con la politica e gli annunci-spot: "La colpa è nostra: della pigrizia mentale, della sete di voti, dell’omertà e del maledettissimo Pil".

"Riaprire la Via dell'Amore? Nessuno pensa allo stato dei boschi e alla sicurezza dei borghi"

Cinque Terre - Val di Vara - "Giorni fa la Regione Liguria ha annunciato, credo per la quinta volta in sei anni, l’imminente riapertura della Via dell’Amore: le scadenze politiche segnano questa paradossale vicenda che, già nel 2013, l’allora assessora regionale Raffaella Paita vedeva conclusa. Figuriamoci". Da lontano, ma soltanto per questioni meramente geografiche, l'ex presidente del Parco delle Cinque Terre Vittorio Alessandro condivide i suoi personalissimi dubbi rispetto ad una prospettiva che riempie, facilmente, le pagine dei giornali ma che trova interrogativi che lo stesso Alessandro non tarda ad evidenziare: "La riapertura di questo sentiero a picco sul mare con, a monte, un versante di roccia cadente, non può che essere di difficile, costosa, rischiosa progettazione. Ciò non modifica le aspettative di conservatori e rivoluzionari, fautori del numero aperto e del numero chiuso, della destra e della sinistra, nonostante - pur senza la via dell’Amore - i turisti continuino ad arrivare, anche troppi". Alessandro bacchetta la politica e non ne fa una questione di colori: "Perchè sembra che l’importante non sia lo stato dei boschi a monte, la regimazione delle acque, la sicurezza dei borghi, ma che la via dell’Amore sia riaperta, così arriveranno tanti altri turisti e tutti saranno contenti. Fino a nuovo disastro, quando di nuovo tutti (sinistra, destra etcetera) si chiederanno smarriti di chi sarà stata la colpa. La colpa è nostra: della pigrizia mentale, della sete di voti, dell’omertà e del maledettissimo Pil".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News