Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Febbraio - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"I ricavi ferroviari delle Cinque Terre cubano il 50% dell’intera Liguria"

Giovedì nuovo incontro a Monterosso: "Abbiamo chiesto il cambiamento delle regole del Contratto di Servizio con Trenitalia". Berrino aveva derubricato le lamentele tacciandole come strumentali.

ricorsisti contro regione ed fs
"I ricavi ferroviari delle Cinque Terre cubano il 50% dell’intera Liguria"

Cinque Terre - Val di Vara - Incontro a Monterosso tra i cittadini delle Cinque Terre e i ricorrenti contro la tariffa maggiorata ai quali l'assessore al turismo Gianni Berrino, a precisa domanda di Città della Spezia, aveva replicato definendo le loro lamentele come mere "proteste strumentali". Dalla riunione, ad una settimana da quella avvenuta a Riomaggiore, è stata organizzata dal comitato di residenti, pendolari ed operatori economici delle Cinque Terre. Sono emersi alcuni spunti: "I ricavi della vendita dei biglietti per le Cinque Terre risultano pari alla metà dei ricavi da tariffa dell’intera Liguria - attaccano -. Abbiamo chiesto il cambiamento delle regole del Contratto di Servizio con Trenitalia".

All’incontro ha partecipato anche il consigliere Pd Michelucci, che dall’opposizione sta seguendo la partita del trasporto pubblico e in particolare del trasporto ferroviario. A margine dell’assemblea è invece intervenuto il consigliere pentastellato De Ferrari, che aveva affrontato il Contratto di Servizio con Trenitalia assieme al capogruppo del PD Lunardon in Commissione Trasporti. In quella sede erano stati già approfonditi alcuni dei temi trattati ieri. "Nonostante anch’essi avessero richiesto di conoscere i dati economici del Contratto di Servizio, non vi avevano avuto accesso; sono quindi stati anche per loro una novità gli elementi che hanno permesso di quantificare i ricavi derivanti dalla vendita dei biglietti per le Cinque Terre in 38 milioni di euro per il solo 2017, anno per il quale il contratto ponte 2015-2017 prevedeva 68,3 milioni derivanti dalla vendita dei biglietti in tutta la Liguria".

Secondo i ricorsisti insomma i ricavi da tariffa delle Cinque Terre coprirebbero da soli circa la metà dei ricavi dell’intera regione. Alla luce di questo dato sono stati analizzati anche gli aumenti tariffari del 46% circa previsti per i prossimi anni dal Contratto di Servizio 2018-2032, da applicarsi ai biglietti ordinari che, a seguito del rincaro del 48,9% tra il 2008 e 2018, secondo il report Pendolaria di Legambiente, sono già ora tra i più cari d’Italia. "L’aumento si applica ovviamente anche ai biglietti maggiorati: alla fine dei rincari previsti una coppia in vacanza a Bonassola per venire a cena a Monterosso pagherà di solo treno andata e ritorno dai 28 ai 30 euro" - continuano .

Secondo i residenti, pendolari e operatori economici, queste tariffe non sono solo aberranti in sé, ma sono anche
giustificate in modo insoddisfacente dall’autorità preposta, la Regione: "Si richiede la pubblicazione
degli allegati economici e finanziari che secondo l'Autorità Regolatrice dei Trasporti devono essere disponibili a
qualunque cittadino. Tanto più che il presidente Toti, in occasione dell’intesa per trasformare la stazione della Spezia Migliarina in un hub turistico, dichiara che “stiamo puntando a creare le condizioni per gestire fluissi sempre più importanti” (CdS 31.1.19) e quindi, si suppone, a creare anche le condizioni per ulteriori introiti per il vettore". Residenti, pendolari e operatori delle Cinque Terre chiedono ancora una volta che la Regione, come pure il Ministero dei Trasporti, si ponga finalmente in una posizione di ascolto delle esigenze espresse da ormai tre anni dai cittadini ed elettori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News