Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Agosto - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Giornata storica? Non per le Cinque Terre" | Foto

Pecunia: "Dichiarati investimenti per potenziare e migliorare la sicurezza delle nostre stazioni ma ormai la stagione è alle porte. Firmano protocolli per Migliarina senza condividere la strategia con chi i flussi li subisce, cioè noi".

"dal 2014 turisti raddoppiati"
"Giornata storica? Non per le Cinque Terre"

Cinque Terre - Val di Vara - Mentre la Spezia, inteso come capoluogo, registrava ieri la firma sul protocollo d'inteso per il potenziamente e l'adattamento della stazione ferroviaria di Migliarina a vero e proprio hub di scambio per i turisti e in particolar modo per i crocieristi diretti alle Cinque Terre, proprio da quei territori arrivano sentimenti e sensazioni di stampo contrario. D'altra parte è da tempo che le amministrazioni locali di Riomaggiore, Vernazza e Monterosso, insieme al Parco Nazionale delle Cinque Terre, hanno portato all’attenzione della Regione Liguria e del Ministero dei Trasporti la necessità di gestire in modo concreto e coordinato il flusso turistico nel nostro territorio. E negli incontri effettuati in questi anni, è stata condivisa la necessita` di intervenire nelle stazioni delle Cinque Terre con opere strutturali importanti, per migliorare la sicurezza delle stesse e delle aree limitrofe, con la creazione di uscite alternative, l’allargamento dei binari e l’innalzamento dei marciapiedi, ecc. "Sono stati dichiarati investimenti per un valore di 10 ml di Euro, complessivi - attacca Fabrizia Pecunia, sindaca di Riomaggiore - e ora tovandoci alla vigilia della prossima stagione turistica, appare evidente che a Riomaggiore e Manarola dette opere non saranno realizzate nemmeno quest’anno, lasciando la situazione delle stazioni e sottopassi in condizione critiche in termini di sicurezza e decoro".

Pecunia va dritta al punto: "Leggiamo con interesse che a Migliarina sorgerà un nuovo binario dedicato al servizio viaggiatori diretti alle Cinque Terre e saranno realizzati interventi strutturali per il miglioramento della mobilità urbana nel Comune della Spezia. Con investimenti di circa 12 milioni di euro. Tutto questo è stato sancito in un protocollo, firmato dal sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini, dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e dall’amministratore delegato e direttore generale di Rete ferroviaria italiana, Maurizio Gentile. Un disegno strategico complessivo assolutamente necessario, ma che per essere realizzati ha bisogno di condividere i contenuti con i principali protagonisti di questo disegno: le amministrazioni locali e il Parco. "Quali saranno le conseguenze per stazioni di arrivo, già in condizioni critiche e soffocare da numeri in continua crescita? Tale spostamento includerà anche i point informativi del Parco? Gestire il flusso turistico, gestire le allerte, garantire la sicurezza minima delle persone, rappresentano la priorità, almeno per chi amministra e vive le Cinque Terre.

Secondo Pecunia fare sistema significa condividere la strategia e trovare soluzioni coerenti con le necessità dei territori. "Con l'introduzione del Cinque Terre Express si sono risolti i problemi piu` gravi legati al sovraffollamento, tuttavia il numero di persone che accedono oggi appare comunque superiore rispetto alla capacita` di carico delle stazioni, dei borghi e delle aree critiche, esponendo le persone ad un rischio relativo alla sicurezza. Dal 2014 i numeri dei passeggeri su Riomaggiore e Manarola sono quasi raddoppiati e quindi si deve pensare ad ulteriori soluzioni. Questa situazione impone un intervento non piu` rimandabile da parte delle istituzioni e di tutti coloro che a vario titolo influenzano il flusso turistico nel territorio. Ricordo che il servizio Cinque Terre express prevede un biglietto di 4€ a tratta e che solo nell’anno 2017 il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha liquidato a favore di Trenitalia € 9,7 ml, quale quota del biglietto del treno giornaliero inclusa nella Cinque Terre Card. Parte di queste risorse devono tornare al territorio attraverso investimenti in infrastrutture e decoro. Auspico quindi che sia possibile anche per le Cinque Terre definire, attraverso un protocollo e non solo, precisi impegni e tempistiche di investimenti e strategie".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News