Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Dicembre - ore 22.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Verso un distretto a quattordici che unisca le valli di Magra e Vara

Palla alla Regione. In caso di parere positivo, toccherebbe a Roma emettere il verdetto definitivo.

Verso un distretto a quattordici che unisca le valli di Magra e Vara

Cinque Terre - Val di Vara - ‘Distretto turistico Val di Magra ed Unione dei Comuni della Val di Vara’. Questo il nome della creatura alla quale nelle prossime ore diranno sì con un bell’autografo diversi Comuni delle vallate di Magra e Vara, unitamente alle associazioni di categoria. Non è stato semplice arrivare a questo sforzo unanime per i Comuni coinvolti, che sono: Ameglia, Arcola, Bolano, Castelnuovo Magra, Luni, Santo Stefano di Magra, Sarzana, Vezzano Ligure, Calice al Cornoviglio, Rocchetta Vara, Sesta Godano e Zignago (questi ultimi quattro sono i membri dell’Unione dei Comuni della Val di Vara).

Perché muoversi per il Distretto turistico? Per una vasta serie di ragioni, elencate nel protocollo di intesa che i dodici Comuni sono pronti a siglare. Dall’aumento della competitività turistica del territorio, al prolungamento della stagione turistica, dal recupero dei borghi allo sviluppo della mobilità sostenibile, dalla promozione dei prodotti del territorio al lavoro per la formazione di alta qualità in campo turistico.

In questo progetto di Distretto non compaiono Lunigiana toscana e Garfagnana in quanto le due regioni storiche sono più avanti con gli adempimenti per un loro progetto distrettuale. Ciò non esclude un’intesa in un secondo momento con il Distretto di Val di Magra e Val di Vara, qualora questo andasse in porto. E già, perché la sottoscrizione del protocollo non è che un primo passo. Domani l’intesa nero su bianco finirà sul tavolo della Regione, che dovrà esprimere il suo parere. Dicesse sì, la pratica arriverebbe a Roma, e la palla passerebbe al Ministero dei beni e delle attività culturali. Scattasse anche il pollice all’insù romano, ecco che la folta brigata dei quattordici Comuni dovrebbe mettersi sotto con l’elaborazione di un progetto di governance.

Antagonismo con il Dmo – che sta per Destination management organization - lanciato dal Comune della Spezia? Nossignore. Sono cose diverse, che non fanno a cazzotti. Tant’è che dentro al Distretto a quattordici teste c’è anche Ameglia, che del Dmo dovrebbe essere parte integrante assieme al capoluogo, a Lerici e a Porto Venere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY



Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News