Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 15.01

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il bollino blu per le attività rispettose del mare nasce qui

Parco delle Cinque Terre, Enea e Università di Cagliari insieme nel programma Interreg Marittimo.

STRATUS
Il bollino blu per le attività rispettose del mare nasce qui

Cinque Terre - Val di Vara - Un ‘bollino blu’ per certificare le aziende più attente e sensibili ai temi dell’ambiente fra quelle che svolgono attività turistiche legate al mare. L’iniziativa nasce all’interno del Parco delle Cinque Terre nell’ambito del progetto europeo STRATUS e coinvolge 14 imprese che hanno ricevuto il Marchio STRATUS per l’impegno nella protezione dell’ecosistema e nella divulgazione dei valori ambientali e culturali. E’ quanto durante il workshop che si è tenuto a Manarola Presso la sede del Parco delle Cinque Terre, in occasione della presentazione dei risultati del Progetto STRATUS finanziato dal Programma Interreg 'Marittimo' 2014-2020, coordinato da CRENoS (Università di Cagliari) insieme ad ENEA e Parco delle Cinque Terre. Oltre che in Liguria, il progetto si è sviluppato in zone turistiche ad alto pregio naturalistico in Sardegna e in Francia, nella regione costiera tra Provenza e Costa Azzurra.

“L’obiettivo del progetto STRATUS è di rafforzare la competitività delle imprese che operano nel settore marino-balneare, incentivandone la crescita ‘sostenibile’ anche attraverso un coinvolgimento diretto degli stakeholder sul territorio – ha spiegato in occasione dell’evento di presentazione dei risultati Silvia Cocito, responsabile per ENEA dello sviluppo del Progetto- Il Marchio STRATUS, è un riconoscimento pubblico alle imprese che operano all’insegna della sostenibilità e adottano soluzioni per ridurre gli impatti ambientali delle loro attività”.
"Come Parco delle Cinque Terre siamo molto soddisfatti di preso parte a questo progetto in qualità di Area Pilota, avviando così un percorso propedeutico alla creazione del "Marchio blu" del Parco, rivolto alle imprese turistiche del mare che andrà ad integrarsi con il Sistema di Adesione della Carta Europea del Turismo Sostenibile Fase II, rivolta al settore ricettivo – ha detto il Direttore del Parco, Patrizio Scarpellini –.La creazione di un sistema di certificazione può aiutare nell'integrazione e il dialogo tra settori differenti, come il turismo sia terrestre che marino, l'agricoltura e la conservazione dell'ambiente costiero.  E' indispensabile, in un'area di grande interesse turistico, che la risorsa e qualità ambientale vengano mantenute grazie all'impegno reciproco e alla collaborazione tra pubblico e privato. Un progetto vincente dunque, perchè ha raggiunto gli obiettivi prefissati".

Per ottenere STRATUS, sigla che sta per Strategie Ambientali per un Turismo Sostenibile, le aziende devono dimostrare di aver adottato pratiche virtuose per la salvaguardia del patrimonio naturale, la protezione della biodiversità, lo smaltimento dei rifiuti, l’utilizzo di energia ed acqua, il sostegno dell’economia locale, l’attenzione al sociale. L’obiettivo è promuovere e valorizzare il turismo sostenibile nelle aree costiere di pregio, facendo leva sul coinvolgimento e la responsabilizzazione di cittadini e delle imprese rispetto alla tutela dell’ambiente.
In tal senso, il ‘bollino blu’ ambientale permette di segnalare le imprese sostenibili che preservano l’ambiente, utilizzando in modo consapevole le risorse e danno informazioni accurate, verificabili e corrette sugli aspetti ambientali dei servizi e prodotti. Nello specifico, il Marchio STRATUS si propone di migliorare la gestione ambientale del territorio, partendo dalle singole attività produttive coinvolte nel settore turistico; stimolare le aziende a conoscere e ad approfondire gli impatti ambientali delle loro attività per cercare di ridurli adottando soluzioni tecnologiche; favorire il riconoscimento da parte della domanda turistica del valore aggiunto associato ai benefici di carattere ambientale che si possono ottenere attraverso l’innovazione e pratiche virtuose; fornire uno strumento di marketing ambientale alle aziende per promuoversi nel segmento verde della domanda turistica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News