Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Novembre - ore 17.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quattro secoli di cultura e devozione nel libro di Cipelli e Lercari

Una nuova pubblicazione dedicata al convento dei cappuccini di Monterosso.

Quattro secoli di cultura e devozione nel libro di Cipelli e Lercari

Cinque Terre - Val di Vara - Ancora un libro sulla storia del convento dei frati cappuccini di Monterosso. Il libro è stato presentato nei giorni scorsi, al Molo dei pescatori, pressoché a conclusione delle intense celebrazioni organizzate in occasione dei quattrocento anni della struttura conventuale. L’incontro di presentazione è stato coordinato dal giornalista Giovanni Tortarolo. Alla base del libro, come ha spiegato uno degli autori Alberto Cipelli (l’altro è Andrea Lercari), c’è un lungo lavoro di ricerca: il volume "Il convento dei frati Cappuccini", edito dalla Sagep di Genova, riassume per così dire quattro secoli di devozione, di comunità e di cultura, avvalendosi delle memorie storiche di personaggi importanti e di gente comune. Cipelli, in particolare, ha curato le parti sulla statua di san Francesco, sul legame del convento con i monterossini e sulla figura di padre Marco Giacomo Panteghini, per lunghi anni superiore ed anche cappellano a Fegina. Lo storico Franco Bonatti ha curato la parte sino alla soppressione napoleonica mentre il giornalista di “Avvenire” Roberto Italo Zanini, monterossino di origine, ha scritto la parte su padre Antonio Durante da Monterosso e sull’attuale unico frate presente, padre Renato Brenz Verca. Padre Renato, cresciuto in Valtellina è stato missionario in Brasile, in Camerun e in Costa d’Avorio. A Monterosso dal 2007, durante la tragica alluvione del 2011 si adoperò in ogni modo a sostegno della popolazione, e poi nella ricostruzione del monastero. Il sindaco Emanuele Moggia ha sottolineato l’importanza che per tutta la comunità monterossina hanno avuto le celebrazioni per i quattrocento anni. Lo scorso anno era stato presentato anche un altro libro, “Andiamo ai frati. Il convento dei cappuccini di Monterosso attraverso le memorie dei suoi abitanti. Una ricerca narrativa”, con testi di Emanuela Mancino e immagini di Barbara Di Donato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News