Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Agosto - ore 19.05

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Paolo Rossi e la sua maga Circe a Manarola

si chiude il 5 TERRE ART FESTIVAL '19
Paolo Rossi e la sua maga Circe a Manarola

Cinque Terre - Val di Vara - La terza edizione del "5 Terre Art Festival – Albe e Tramonti", prodotto dal Teatro Pubblico Ligure con la direzione artistica di Sergio Maifredi si chiude giovedì 8 agosto alle 21 con Paolo Rossi al Castello di Manarola. Il popolare attore è protagonista di "La maga Circe", canto X di Odissea un racconto mediterraneo, progetto ideato e diretto da Sergio Maifredi con l’idea di riportare i grandi classici della cultura occidentale all’oralità per cui sono stati concepiti. Il primo interprete di un canto dell’Odissea, nel 2007, è stato proprio Paolo Rossi sulle scogliere di Pieve Ligure. Stagione dopo stagione lo spettacolo si è arricchito. Ora si arriva a Odisseo dopo un prologo sulle Troiane di Euripide, in cui Rossi ha debuttato nel luglio scorso al Teatro Greco di Siracusa, nel ruolo di Taltibio, diretto da Muriel Mayette- Holtz. Troia brucia e le donne si incamminano verso le nave dei vincitori, senza sapere quale viaggio sarà nel loro destino. Così si arriva al viaggiatore per eccellenza, Odisseo, di cui ha cantato le gesta Omero. Il dio Eolo ha dato a Odisseo l'otre che imprigiona i vènti contrari al ritorno ad Itaca. I compagni di Odisseo aprono l’otre, i vènti si scatenano e i marinai sono in balìa del mare per nove giorni. I giganti Lestrigoni massacrano parte dei compagni di Odisseo, indi finalmente giungono all’isola di Circe. La bella dea trasforma gli uomini in porci facendo loro scordare il ritorno. Odisseo riuscirà a liberare i suoi compagni ed a riprendere il viaggio.

Paolo Rossi trova infiniti spunti da questo canto per chiosare ogni suo pensiero sulle donne di Omero e non solo. La sua lettura sa restituirci anfratti dell’Odissea che altrimenti rischiano di perdersi, fagocitati dall'insieme. Infine Rossi giunge nel finale a un altro percorso più recente, quello vissuto davvero con Enzo Jannacci, durante tante tournée. Con la Jannacceide si chiude il racconto. Antico e moderno, passato e presente, tutto si tiene nel racconto di Paolo Rossi, perché ogni uomo è il protagonista del proprio viaggio e della propria odissea. Ingresso libero a tutti gli spettacoli. Informazioni ai numeri 0187 760219 oppure 329 0540950. Il programma è aggiornato sul sito www.teatropubblicoligure.it. Informazioni e aggiornamenti su www.soriteatro.it e www.teatropubblicoligure.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News