Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Agosto - ore 21.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

I presepi nei borghi di Sesta Godano sono ancora tutti visitabili

I presepi nei borghi di Sesta Godano sono ancora tutti visitabili

Cinque Terre - Val di Vara - Va concludendosi il periodo natalizio, ma c'è ancora tempo per il terzo e ultimo appuntamento con i borghi da presepe di Sesta Godano e la visita ai presepi di Sesta Godano, Santa Maria di Godano, Scogna e Mangia.
E nono sono da dimenticare la mostra di presepi a Groppo e l'allestimento sempre visitabile dell'artista ligure Rocca in piazza San Siro. Visitabile anche il presepe di Cornice "sotto il volto" e quello di Pignona. Per visitare il presepe di Airola è necessario invece contattare il Santuario al numero 3471279484.

Giorgio Antognoli, presidente provinciale Unpli, sempre attento alle manifestazioni che si svolgono sul territorio, afferma al riguardo: "Pomeriggio significativo questo delle visite ai presepi che aiuta anche la reciproca conoscenza. La riflessione personale su quello di Bergassana che si richiama, a mia umile espressione, ai valori della terra e di tutto quanto ci offre.
C'è un armadio aperto nell'amena chiesa di Sant'Andrea, pare quello della nonna. Dalle ante divelte il muschio dilaga e invade il pavimento. Nel magma vegetale, caldo e profumato di fieno, si mescolano alle statuine fra i giochi di luce e ombra gli oggetti di uso comune rinvenuti nelle cantine del borgo e posizionati con esattezza ed equilibrio da Roberto Garbini, curatore dell'allestimento. C'è il tavolo di legno che forma una grotta, la sedia impagliata, il cesto con le speciali Patate di Bergassana, una volta si saliva al borgo per comprarle... Ci sono gli strumenti del sapere contadino, arnesi oggi sconosciuti ai più, che evocano ricordi un universo piccolo, semplice, antico. Ai piedi di un colle che si forma sulla cassapanca semi-aperta campeggia la scritta: mancano panni e fuoco. Si segue la strofa del canto che per eccellenza fa il natale un po' più "Natale". Le parole guidano lo sguardo fino alla capanna: "per venire a penar su questo fieno". Noi, popolo opulento e poco critico, avremmo forse preferito tener serrate le ante di quell'armadio. Le emozioni non si governano, una folata di vento ha invaso la cantina, fatto comparire l'armadio nella navata della chiesa, ne ha spalancato le ante e riversato i ricordi sul pavimento...".
Prosegue Antognoli: "Ho ascoltato le parole di Papa Francesco sull'attuale modello di sviluppo economico non più sostenibile. Trovo quindi molto appropriato il "messaggio" di detto presepe, non mutuato ancora dall'esortazione di Francesco.
L'avevo intravisto. Vado a cercarlo: nel recente passato basta Google aperto e in qualche secondo si giunge alla meta. Si tratta della "Lettera Enciclica Laudato sì del Santo Padre Francesco sulla cura della casa comune". Non si tratta di una conversione, quanto del ragionevole riconoscersi nell'appello ad uno sviluppo sostenibile e integrato, necessario e auspicabile per la "custodia" e la "coltivazione" del mondo.
L'intima relazione tra i poveri e la fragilità del pianeta; la convinzione che tutto nel mondo è intimamente connesso; l'invito a cercare altri modi di intendere l'economia; la grave responsabilità della politica internazionale; la cultura dello scarto e la proposta di un nuovo stile di vita. Esistono forme di inquinamento che colpiscono quotidianamente le persone. C'è da considerare anche l'inquinamento prodotto dai rifiuti. La terra, nostra casa, sembra trasformarsi sempre più in un immenso deposito di immondizia (...) Mentre "coltivare" significa arare o lavorare un terreno, "custodire" vuol dire proteggere, curare, preservare, conservare, vigilare. La tecnoscienza, ben orientata, è in grado non solo di produrre cose realmente preziose per migliorare la qualità della vita dell'essere umano, a partire dagli oggetti di uso domestico fino ai grandi mezzi di trasporto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News