Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Novembre - ore 19.33

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I falsari di Godano, la storia raccontata nel nuovo appuntamento di Archeolevante

I falsari di Godano, la storia raccontata nel nuovo appuntamento di Archeolevante

Cinque Terre - Val di Vara - "a Godano, ancor più che Bolano nascosta tra le selve, quelle insatanassate belve compivano i loro misfatti". Così parla il Branchi in "Storia della lunigiana feudale" del Marchese Antonio Malaspina di Godano e Bolano e della sua "infame" progenie. Ma se la tradizione orale, raccolta dal Branchi nell'Ottocento, tramandava di crimini contro la persona, i documenti cinquecenteschi parlavano di generici "multa nefanda crimina perpetrati in dicto loco" per giustificare la distruzione di "castrum et arce", come se ad essere distrutto fosse stato l'abitato cinto da mura oltre che la fortezza che lo sovrastava. Perché la furia del popolo o le armi pontremolesi avrebbere distrutto entrambi? Inizialmente si suppose che la distruzione fosse per "demilitarizzare" l'area nel passaggio alla repubblica genovese.

Solo con gli scavi archeologici del 2015 e i relativi studi si andò costituendo una nuova e più convincente ipotesi. A Godano - terra di confine nel confine, poco controllabile perché "nascosta tra le selve" - sopravvisse per oltre te generazioni una zecca clandestina fino al momento della distruzione.

Ne parlerà l'archeologa Monica Baldassarri, a Levanto nel contesto degli incontri di "Archeolevante", il giorno 20 settembre alle 21.15. Nel corso della serata si svolgerà anche un laboratorio di "battitura" per quanti nel segreto del proprio cuore sognano di rivivere l'avventura del falsario medioevale e per "toccare con mano" un tassello della storia locale, che rende il nostro territorio unico nel suo genere. L'esperienza è adatta a grandi e piccini, che potranno portare a casa in ricordo il frutto della propria "battitura".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News