Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Ottobre - ore 14.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Eileen Rose in concerto al Cantinone della Villa

riccò del golfo
Eileen Rose in concerto al Cantinone della Villa

Cinque Terre - Val di Vara - Mercoledì 29 agosto concerto di Eileen Rose (www.eileenrose.com) al Cantinone della Villa. La musicista e cantante di Boston suonerà nel locale di Via Aurelia 153 a Riccò del Golfo con i Silver Threads, band di formidabili musicisti con la quale si esibisce, quando non è in tour, nei locali Honkytonk di Nashville con shows di 4 ore senza pausa!
Alle 21 di mercoledì 29 agosto Eileen Rose sarà alla Spezia con il suo spettacolo tra rock, country e blues. A Riccò si esibirà in un set lungo ed emozionante che accompagnerà il pubblico con alcuni tra i migliori brani della musica della musica d’oltreoceano, oltre a qualche pezzo del suo repertorio tratto dai numerosi dischi incisi.

Eileen Rose ha al suo attivo centinaia di concerti live in tutto il mondo e vanta collaborazioni con grandi nomi della musica e della letteratura, primo tra tutti Nick Hornby. Durante uno dei suoi periodi di permanenza in Inghilterra, Eileen ha incontrato il famoso scrittore di “Alta fedeltà”,“Febbre a 90º” e “Non buttiamoci giù”, collaborando con lui e arrivando a vedere inserito dallo stesso Hornby il suo pezzo dal titolo “Good Man"tra i brani più belli del 2002 nel libro "31 Canzoni". Una curiosità: in molti sostengono che fosse lei la Maria LaSalle di "Alta Fedeltà".
Al Cantinone della Villa, Eileen si esibirà con la sua immancabile chitarra e accompagnata da The Legendary Rich Gilbert (chitarra e pedal steel), Todd Jewell (batteria), Scott Icenogle (contrabbasso) e Chris Maclachlan (chitarra).
Il Cantinone della Villa organizza per l’occasione un menù speciale tutto a base di muscoli (zuppa di muscoli, muscoli alla marinara, muscoli ripieni, frittelle di muscoli e altro). Per chi raggiungerà il locale per il concerto l’ingresso sarà gratuito. Per tutte le informazioni telefonare al numero 389 6741 163 oppure consultare la pagina FB creata per l’evento.

Eileen Rose con una serie di acclamati album si è imposta comeun'artista eclettica, di livello assoluto e difficile categorizzazione. Le sue canzoni melodiche e dal forte impatto emotivo e i suoi show elettrizzanti le hanno garantito numerosi fan sulle due spondedell'Atlantico.
Originaria di Boston, Eileen Rose Giadone (il cognome tradisce chiare discendenze italiane), penultima di 9 figli, cresce in una famiglia di appassionati di musica e danza che le ha permesso di entrare in contatto
fin da bambina con i generi più disparati: dalla musica tradizionale irlandese al folk, dai crooner alle big band da ballo. Inizia a scrivere canzoni a quattordici anni e successivamente abbandona una non molto promettente carriera universitaria negli studi di Legge e ilsuo cognome ("Rose era sicuramente più facile da memorizzare per il pubblico e poi volevo evitare alla mia famiglia l'imbarazzo di un mio eventuale fallimento” dirà anni dopo riguardo questa scelta).
È di questo periodo l'uscita di un disco autoprodotto utile per garantirsi ingaggi nei vari locali di Boston. Nel 1991 si trasferisce in Inghilterra, dove ha inizio la sua carriera da professionista. In un locale di Candem Town viene notata da Geoff Travis, capo della Rough Trade, che produrrà i suoi primi due cd “Shine Like It Does” (2000) e “Long Shot Novena” (2002). Alle session partecipano personaggi del calibro di Glen Matlock dei Sex Pistols, i Del Amitri e i The Ruts. L’accoglienza della critica è molto favorevole. In questo periodo suona in tour con Ryan Adams,frequenta Ozzy Osbourne e lo scrittore Nick Hornby, che la cita nel suo romanzo 31 canzoni.
Nel 2003, Eileen ritorna a vivere a Boston dove registra il suo terzoalbum “Come The Storm”, cui segue nel 2008 “At Our Tables”, registrato a Detroit. Nel 2009 Eileen cambia ancora una volta residenza per approdare finalmente a Nashville, dove registra il suo quinto album “Luna Turista”, che segna l'esordio della sua band, The Holy Wreck, capitanata dal multistrumentista "The Legendary" Rich Gilbert. Il nomignolo è ironico, ma fino a un certo punto, perché Rich è davvero qualcosa di molto vicino a una leggenda per la scena bostoniana da cui proviene e dove ha fondato ben tre tra le più acclamate band dell’area. Inoltre Rich è stato per 7 anni il chitarrista di Frank Black and the
Catholics, al fianco del mitico cantante e fondatore dei Pixies. La città di Nashville ha influenzato moltissimo la musicalità di Eileen Rose che tutte le settimane si esibisce al Robert's WesternWorld, uno dei locali più cult della città sulla lower Broadway, dove si suona per 4 ore tirate honky tonk e classici country senza tempo, daLoretta Lynn a Willie Nelson. In questi anni Eileen Rose ha saputo miscelare sapientemente rock,pop, blues, folk, gospel, rockabilly, roots e country per approdare ad un suono molto personale e caratterizzato dalla sua possente voce. E' stata salutata dalla critica, a seconda dei momenti come la nuova Patti Smith, la nuova Lucinda Williams, la nuova Ani Di Franco, la nuova Sheryl Crow, ma nessuna di queste definizioni le rende giustizia, perché Eileen è Eileen con la sua personalità musicale unica e originale: "…datemi un pubblico, la mia chitarra, un microfono e un bicchiere di vino e non potrei essere più felice!" (Eileen Rose)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News