Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Maggio - ore 20.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Befana indimenticabile, premiato Mario Andreoli

La cerimonia si è svolta nella parrocchiale di San Lorenzo, con tanto di banda musicale. Visibilmente commosso l'ex ferroviere ha ringraziato, tra gli applausi del pubblico, mentre la banda intonava un noto motivetto augurale.

Befana indimenticabile, premiato Mario Andreoli

Cinque Terre - Val di Vara - E’ il Presepe della pace, dell’amicizia e della speranza. Nel giorno dell’Epifania Mario Andreoli, artefice a Manarola delle Cinque Terre del Presepe luminoso più grande del mondo, è stato premiato per questa sua stupefacente opera. L’iniziativa era stata presa dall’Associazione nazionale delle famiglie dei Caduti e dispersi in guerra, di cui Mario è socio (perse uno zio nella prima guerra mondiale) su proposta del consigliere ligure Gabriele Castellani.
L’attestato di benemerenza gli è stato consegnato dal presidente nazionale dell’Associazione, Rodolfo Bacci, nel corso di una cerimonia tenutasi nella parrocchiale di San Lorenzo, ma con prologo ed epilogo coinvolgenti l’intera borgata. La festa è infatti cominciata verso le 15,50 con l’esibizione della banda musicale lungo la principale via del paese per raggiungere piazza Duomo. Quindi, un concerto in chiesa con brani intonati al Natale ha introdotto la premiazione di Mario, con lettura della motivazione da parte del presidente Bacci, presenti Autorità civili, militari e religiose, nonché Associazioni con bandiera e labari.
Si dà atto che Mario da oltre dieci lustri accende un Presepe che al di là del significato religioso costituisce un inno alla pace, alla concordia ed all’amicizia tra i popoli e che porta a Manarola delle Cinque Terre per quasi due mesi (dall’8 dicembre al 2 febbraio) migliaia di persone, in modo particolare scolaresche e gruppi parrocchiali.
“E’ un messaggio di pace e di fratellanza che Mario intende trasmettere - ha spiegato Bacci - ma pure di speranza in quanto è rivolto specialmente ai giovani, la nostra risorsa; sono loro il nostro futuro. Sulla collina di Manarola, Mario accende 15 mila luci di speranza”.

Il Vescovo della Diocesi, mons. Luigi Ernesto Palletti, ha inviato a Mario una lettera di compiacenza per il riconoscimento tributatogli (ne ha dato lettura il parroco, don Germano Biso) rilevando che l’opera di Andreoli esprime in modo visivo altamente significativo “quel mistero che gli Angeli hanno cantato nella Santa Notte di Betlemme: “Gloria a Dio nel più alto dei Cieli e, sulla Terra, pace agli uomini, che Egli ama”. Per la grandiosità e per lo scenario naturale il Presepe di Mario diventa anche un simbolo della terra in cui esso si colloca e lo dimostra il crescente numero di quanti vengono a fargli visita. Un Mario visibilmente commosso ha ringraziato, tra gli applausi del pubblico, mentre la banda intonava un noto motivetto augurale. La cerimonia si è conclusa sulla piazza Duomo dinnanzi alla lapide che ricorda i Caduti in guerra manarolesi. E’ stata deposta una corona d’alloro mentre si levavano le note del “Silenzio”. Infine l’Inno di Mameli, suonato dalla banda e cantato da presenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








FOTOGALLERY



I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure