Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Novembre - ore 20.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Arte, gusto e fumetto. Torna a Levanto "Sapori verticali"

Tutto pronto per l'edizione 2019 della rassegna che si terrà dall'11 al 13 ottobre. Canale: "Grande occasione per valorizzare il territorio".

ci siamo
Arte, gusto e fumetto. Torna a Levanto "Sapori verticali"

Cinque Terre - Val di Vara - Torna il binomio gusto e fumetto a Levanto per la nuova edizione di "Sapori verticali". La rassegna è stata presentata questa mattina nella sala giunta della Camera di commercio Riviere di Liguria della Spezia.
Tante le novità per questa terza edizione che raccoglie l'arte francese del fumetto, la cucina ligure che grazie ai ristoratori levantesi diventa street food rendendo così la splendida cittadina riverasca capitale dei baloon e, appunto, del gusto dall'undici al 13 ottobre.
"Tutto il lavoro svolto - ha spiegato Laura Canale presidente di Officine del Levante, ex deus machina della rassegna - è a titolo di volontariato. Daremo come di consueto grande spazio al fumetto per raccontare e valorizzare un territorio sia attraverso l'arte che con quanto di buono ha da offrire questa terra. Avremo ospiti dalla Francia e due scuole di fumetto: la Cesan di Parigi e quella chiavarese che da oltre trent'anni sforna talenti. Ci sarà grande spazio alle mostre che saranno tre e si riassumono in 'Le tre P'".
"Saranno presenti tre artisti che illustrano Levanto da anni - ha detto -: Hans Visser con la sua arte di fotografo, dopo decenni di consacrazione alla “cultura" dell'immagine: cinema, moda, oggetti e, soprattutto, ritratti. Dalle persone trae la profondità non solo dello sguardo, ma anche dell'anima, con l'uso sapiente della luce. E delle ombre. Renzo Bighetti, scultore e subacqueo: una sapienza enorme nel lavorare la materia in tutte le sue forme per gioielli, metalli, pietre, ossa, legno, senza dimenticare la matita sulla carta. Ma la sua passione per il mare e la vita ha prodotto pesci e pesci “lavorati" a mostrare l'inquinamento spaventoso dei nostri mari. Alessandro Ubertazzi, specialista e insegnante di alto livello di disegno industriale e grande collezionista, in particolare di pietre, di cui tutto conosce. Miliardi di pietre di ogni materia, catalogate e levigate. Lavorate dalle onde del mare".
Tra le chicche legate allo street food la presenza di chef Kumalè, gastronomade, il venerdi o sabato alle 12, alla loggia. Appuntamento anche con De gustibus, il 13 ottobre, si può scoprire anche la storia di Levanto. Una ottima dimostrazione di paesaggio, storia, architettura, soste e buon cibo. Non proprio da gustare camminando, ma nei luoghi storici di Levanto.

In particolare, il ruolo delle scuole di fumetto di questa edizione, sono state illustrate da Federica Schiaffino: "La scuola Cesan di arti narrative di Parigi e il Comune di Nanterre espongono al primo piano del Casinò tre tavole sulla storia della immigrazione italiana in Francia: l'ultimo anno di scolarità alla scuola Cesan consiste nell'accompagnare progetti idonei a essere editati. Alla conclusione della formazione, numerosi progetti di album di fumetti e di libri per giovani saranno pubblicati. La scuola chiavarese del fumetto ha festeggiato il trentennale con una mostra di tavole sulle storie di territorio e di storia prodotte negli anni da allievi e ex allievi. Una storia di storie”.

Tra i lavori esposti: “Parole di italiani" di Debora di Gillio e Baptiste Daspet, la cui uscita è prevista nel 2020. Racconta dell'incontro di Debora con la comunità risultante dall’immigrazione italiana in Francia. Dalle bidonville di Nanterre alle periferie comuniste degli anni ’60, passando attraverso la guerra, la resistenza e la ricostruzione scopriamo con lei i racconti della prima ondata d’immigrazione moderna in Francia. Debora è una narratrice italiana, arrivata in Francia nel 2002. Negli ospedali, nelle mediateche, nelle scuole e in scena, gestisce diversi progetti che favorisconon lo scambio e la narrazione, di sé stessa e di altri. Baptiste Daspet è autore e illustratore, sale a Parigi, dopo un incontro non riuscito con l’arte contemporanea alle belle arti, per seguire una formazione relativa alla sua prima passione, il fumetto. Entra alla scuola Cesan, ove si diploma nel 2018.

Nel corso delle giornate sarà possibile assistere alla testimonianza del professore di storia dell'arte del Liceo Pacinotti di Levanto Andrea Manuguerra, conversazione tra Accademia del turismo, il provveditore agli studi della Spezia e le due scuole, Cesan di Parigi e chiavarese del fumetto.

Con L’associazione per la salvaguaradia della vallata di Levanto verrà organizzato invece un momento di riflessione dal quale Officine del Levante vuole lanciare un messaggio chiaro: la qualità del cibo pretende che i contadini possano lavorare, protetti da assalti di ungulati, selvatici, fagiani, dissesto. Dalle parole ai fatti, perdindirindina! Senza contadini, niente cibo.
Appuntamento anche con un cabaret di musiche Franco Russ in pianoforte un pianista una voce femminile, in un luogo recentemente arredato di bellezza, il Bar Brigida.

In programma anche il reading teatrale “Esercizi di stile” parodistici, raffinati e, per certi versi, “scorretti”. Sabato 12 ottobre alle ore 21, presso l’ auditorium di Ospitalia del mare a Levanto, avrà luogo lo spettacolo teatrale di “Sapori&Storie Verticali”. Ricette d'autore sa essere sia una conferenza che uno spettacolo dieteticamente e letterariamente scorretto.
Fausto Cosentino e Vittorio Ristagno sono partiti dall'idea che non necessariamente i trattati di cucina debbano essere massicci, enciclopedici e pieni di tecnicismi, e che sia possibile conciliare letteratura e cucina con risultati sorprendenti.
La narrativa mondiale, fin dalle sue origini, pullula infatti di descrizioni di cibi, pranzi, cene e tavole imbandite. Lo scrittore che non parla mai di mangiare, di appetito, di fame, di cibo, di cuochi, di pranzi, ispira diffidenza, è come se fosse privo di qualcosa di essenziale.

Non mancherà una comparazione tra Bande dessinée in Francia e fumetto in Italia, dal punto di vista storico, economico e educativo, con Loris Cantarelli, direttore della rivista “Fumo di China” e Alix Miquel professore alla scuola Cesan.
A chiudere gli interventi il sindaco di Levanto Ilario Agata: "Sapori verticali racconta le virtù e i sapori di un territorio intero. Il mio auspicio è che per l'edizione primaverile possa essere ospitata nella ex cava di marmo rosso".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News