Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Settembre - ore 17.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Amfiteatrof saluta, sabato l'ultimo concerto all'insegna della musica tradizionale ligure

Appuntamento alle 21 alla Loggia medievale per il concerto conclusivo insieme a Enerbia Trio, Fabio Rinaudo e Stefano Buscaglia, tra violino, fisarmonica, chitarra, cornamusa e piffero.

gran finale
Amfiteatrof saluta, sabato l'ultimo concerto all'insegna della musica tradizionale ligure

Cinque Terre - Val di Vara - Sabato 12 settembre 2020 il Levanto Music Festival Amfiteatrof (levantomusicfestival.it) chiude in bellezza con una grande festa musicale tutta ligure. Appuntamento alle 21 alla Loggia medievale di Piazza del Popolo per “Liguria, suoni dai monti e dal mare”, il concerto conclusivo che vedrà protagonisti Enerbia Trio, con Maddalena Scagnelli (voce e violino), Franco Guglielmetti (fisarmonica) e Carlo Lucini (chitarra), e Fabio Rinaudo e Stefano Buscaglia, alla cornamusa e al piffero. Un itinerario musicale di grande suggestione in cui si racconteranno tutti i colori e le atmosfere tipiche di quelle terre d'Appennino che sentono il profumo del mare e che da secoli sono vissute da quei "liguri" di montagna. Un percorso in cui il canto racconterà le storie degli uomini e la musica da danza ne ricorderà l'atmosfera della vita e della festa, attraverso il suono degli strumenti simbolo di queste tradizioni musicali: la fisarmonica, la cornamusa e il piffero. Evento gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 3408186956. Quaranta posti disponibili. Diretta streaming sulla pagina Facebook: Levanto Music Festival - Amfiteatrof .

"Enerbia" è un ensemble musicale che da molti anni propone uno dei più importanti repertori tradizionali dell'Appennino nord-occidentale, “la musica Quattro Province". Nella fitta trama di sentieri e strade che attraversano le alte valli delle province di Piacenza, Genova, Pavia e Alessandria, i luoghi del passaggio dalla pianura padana al mare, è fiorita nel corso dei secoli una ricca tradizione musicale, per molto tempo tramandata solo oralmente da musicista a musicista, mix di musica, ballo e canto. La ricchezza e la bellezza di questo repertorio rivivono nell’esecuzione e nel lavoro di appassionata ricerca di Enerbia: antichi balli come la Giga, la Piana, l'Alessandrina, il Perigurdino si alternano a quelli più moderni come il valzer, la mazurka e la polca e si intrecciano con i canti che ancora oggi risuonano nelle nostre vallate più nascoste. La formazione ha all’attivo centinaia di concerti in Italia ed Europa e diverse incisioni discografiche.

Fabio Rinaudo da circa trenta anni è studioso e interprete della cornamusa, in particolare della Uilleann Pipes (cornamusa irlandese), della Musette (cornamusa del centro Francia) e della Sordellina (zampogna italiana del primo ‘600). Nella sua carriera ha all’attivo più di 2750 concerti in Italia e all’estero, oltre 85 lavori discografici su musica tradizionale, musica antica e musica acustica, ed è fondatore delle formazioni dei Birkin Tree , musica irlandese, e Liguriani, musica della tradizione nord italiana, con cui si esibisce da decine di anni in prestigiosi festival in Italia ed Europa. Stefano Buscaglia è considerato tra i più importanti pifferai delle nuove generazioni. Allievo di Stefano Valla, musicista che ha dato nuova vita e suono a questo strumento nelle valli delle terre delle Quattro Province, Stefano ha tenuto numerosi concerti e ha partecipato attivamente al fare musica nelle terre di Appennino suonando alle numerosissime feste da ballo.

“Pur nella inevitabile ridefinizione del programma e dei luoghi, questa edizione del Festival ha regalato una grande varietà di contenuti musicali ad un pubblico appassionato e partecipe, che ci ha seguito dal vivo, ben distanziato, e online con le dirette streaming. Confermando il Festival anche quest’anno, nonostante il momento difficile per tutti, abbiamo voluto dare un segnale forte di vicinanza al territorio e agli artisti, mantenendo inalterati il valore e la qualità del Levanto Music Festival Amfiteatrof e dimostrandone ancora una volta l'altissimo livello culturale e musicale – commenta Laura Canale, presidente di Officine del Levante e del Festival – Sabato sera chiudiamo in musica, soddisfatti di esserci stati e sicuri di ritrovarci l’anno prossimo con un programma spettacolare per festeggiare in grande la trentesima edizione”.

Si chiude così la 29° edizione del Levanto Music Festival Amfiteatrof, che dal 4 luglio 2020 per tre mesi ha portato a Levanto un ricco calendario di appuntamenti, con tredici spettacoli dal vivo e undici incontri in luoghi alternativi, ma anche online, offrendo esperienze artistiche innovative che non hanno rinunciano all’altissima qualità. Dalla musica classica al jazz, fino alla musica tradizionale dei popoli, al teatro a tema musicale e alla formazione dei giovani, sono stati al centro di un’edizione all’insegna della “resilienza furibonda”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News